Una breve storia del wrestling greco-romano

Il wrestling greco-romano è uno stile di wrestling praticato in tutto il mondo. Divenne per la prima volta una competizione alle prime Olimpiadi nel 1896 e dal 1908 è stata inclusa in tutte le Olimpiadi estive. È una delle sei forme principali di wrestling competitivo praticato dai dilettanti a livello internazionale, insieme al wrestling freestyle, al beach wrestling, al wrestling alysh / cintura, al wrestling tradizionale / popolare e al pankraton athlima.

Il wrestling greco-romano può sembrare antico, ma in realtà è uno stile moderno con uno sviluppo relativamente recente. Si sviluppò in Francia negli anni successivi alle guerre napoleoniche. Il wrestling popolare europeo può essere tra i principali contributori a questo tipo di wrestling. Uno dei suoi pionieri fu Jean Exbrayat, un soldato napoleonico che eseguiva la sua versione di “lotta a mano piatta” nelle fiere. Secondo quanto riferito, nel 1948 stabilì la regola contro il tenere parti del corpo sotto la vita. Apparentemente, il nome “Greco-romano” fu coniato per collegarlo all’interesse per “valori antichi”.

La meccanica è semplice, con due lottatori segnati per la loro prestazione in una serie di tre partite di due minuti, e il gioco potrebbe finire presto in caso di schienamento o nel caso in cui un giocatore tenga le spalle dell’avversario contemporaneamente sul tappeto . La sua principale differenza con il wrestling freestyle è il divieto di prese sotto la vita. Dal momento che un giocatore non può inciampare il suo avversario a terra o agganciarsi alle gambe dell’avversario per evitare i lanci, questo stile di lotta ha una maggiore enfasi sui lanci.

Oggi, la popolarità del wrestling greco-romano è stata aumentata solo grazie all’UFC e a campioni come Brock Lesnar, Randy Couture e Matt Hughes.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *