Una breve panoramica della storia dello snowboard

Sebbene ci siano molte storie contrastanti su “chi” è stato il vero pioniere dello snowboard, ci sono alcuni fatti che rimangono costanti in ogni articolo di storia che leggi. Ecco una breve panoramica dei momenti chiave nel tempo che hanno contribuito a spingere il movimento dello snowboard dove è oggi.

1929: MJ “Jack” Burchett usava lo stendibiancheria per fissare i suoi piedi a un pezzo di compensato mentre vi legava le redini del cavallo per una sorta di controllo dello sterzo mentre scivolava sulla neve.

1963: Con un intervallo di oltre 30 anni tra il primo tentativo di snowboard e la successiva grande svolta, quest’anno è attribuito a un uomo di nome Tom Sims. Tom, all’epoca uno studente di terza media, costruì quella che chiamava una “tavola da sci” per la sua classe in negozio. Ancora una volta, era fatto di compensato, da cui la denominazione appropriata con tavola.

1965: Due anni dopo l’introduzione dello “ski board”, Sherman Poppen crea “The Snurfer”. Questo consisteva in due sci che venivano fissati insieme. Anche se Poppen originariamente ne aveva fatto un giocattolo per i suoi figli, in seguito organizzò eventi per competere con lo Snurfer.

Anni ’70: questo è stato il decennio in cui lo snowboard ha finalmente costruito la sua solida base, letteralmente. Nel 1970, un surfista della costa orientale di nome Dimitrije Milovich fu colpito dall’idea di sviluppare snowboard che sembravano fare surf ma che nascondevano i meccanismi dello sci. Cinque anni dopo, Milovich e il suo snowboard “Winterstick” apparvero sulla rivista Newsweek.

Un nome ormai noto, Jake Burton, iniziò a usare legno piegato a vapore e fibra di vetro per costruire le sue tavole. Verso la fine degli anni ’70, Burton arrivò addirittura ad aggiungere bordi in acciaio sui lati e attacchi con più supporto per un maggiore controllo.

1980: lo sci ha contribuito allo sviluppo degli snowboard, piantando inconsapevolmente l’idea di utilizzare una base P-Tex nelle menti dei produttori di snowboard Burton e Winterstick.

1982: La prima gara internazionale di snowboard è stata nel Vermont a Suicide Six. Hanno eseguito una corsa chiamata “The Face”.

Metà degli anni ’80: Questo periodo di tempo è stato difficile per la comunità emergente dello snowboard. Con più di 600 stazioni sciistiche, solo 39 hanno consentito a questi “surfisti della neve”. Ciò ha dato agli snowboarder meno del dieci percento nel processo di selezione su dove potevano cavalcare.

1997: Come sempre, tutte le cose cambiano. Il divieto degli snowboarder era quasi giunto a una fine brusca. Il nuovo sport era ormai accettato quasi come lo sci in tutto il mondo.

Oggi: lo snowboard sta crescendo a un ritmo così allarmante che gli sciatori negli Stati Uniti sono scesi del 25%. Il numero di boarder è aumentato direttamente del 77% solo negli Stati Uniti, rendendolo lo sport invernale in più rapida crescita. Oggi, circa il 20% delle persone che visitano le stazioni sciistiche degli Stati Uniti sono snowboarder. Se ci sei stato di recente, sembrano molti di più. Tuttavia, le proiezioni per l’anno 2015 favoriscono lo snowboard poiché ci saranno più persone che lo faranno piuttosto che sciare.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *