Un breve briefing sulla storia del salto triplo

Il salto triplo atletico è conosciuto come l’evento più atletico di atletica leggera. Una persona inizierà a correre lungo la pista e come per magia fa un salto in lungo che a volte sembra volare in aria e atterrare nella sabbiera. La storia del salto triplo ha lasciato il segno migliaia di anni fa, quando è stato introdotto per la prima volta nei giochi di Tailteann che si sono svolti in Scozia nel 1829 a.C.

Tra gli antichi irlandesi e greci questo evento ha guadagnato molta popolarità. Fu durante il suo periodo nell’antica Grecia che questo salto, passo e salto divenne una vera attrazione sportiva. L’atleta si sarebbe preparato con 3 salti in lungo e poi un salto in lungo proprio su una buca di sabbia.

Durante l’anno 1896 questo salto fu inserito nelle Olimpiadi moderne e adottò una tecnica di soli 2 salti e un salto in lungo. Il salto, il salto e il salto sarebbero una routine pratica che rimarrebbe come metodo utilizzato durante quel periodo di tempo.

Una versione più moderna di questo evento atletico è arrivata alle Olimpiadi ed era conosciuta come hop, step and jump. Questa tecnica più recente ridefinirebbe l’evento in quanto un atleta salterebbe e atterrerebbe sulla gamba da cui è decollato. Questa tecnica rimarrebbe come parte delle prestazioni degli atleti di questo salto fino al tempo presente.

Verso la fine delle Olimpiadi inaugurali fu quando la prima medaglia per questo evento fu guadagnata nel 1896. Fu eseguita usando la routine di due salti e un salto, ma subito dopo arrivò la versione moderna e sarebbe rimasta quella comunemente usata metodo in questo evento sportivo.

È del tutto necessario che un atleta conosca le conoscenze e le abilità per questo evento che lo rende un evento così specializzato quando è in competizione. Per quanto riguarda l’atletica leggera, questo è diventato uno degli eventi sportivi competitivi popolari e attesi nella storia di questo salto e rimarrà tale nel futuro delle competizioni atletiche di atletica leggera.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *