Tre consigli per bellissimi set da pallavolo

In un articolo precedente ho discusso di quanto sia importante avere una solida base di gioco di gambe. Ora è il momento di espandere le tue abilità di impostazione per includere non solo il gioco di gambe ma anche le tue mani.

Ci sono tre principi principali che dovresti tenere a mente durante l’impostazione:

1. Le tue mani devono essere morbide e forti.

Quando la palla si avvicina a te, le tue mani dovrebbero essere già sopra la tua testa con i polsi leggermente piegati all’indietro. Ammortizza la palla quando entra in contatto con le tue mani flettendo un po’ di più i polsi e poi raddrizzali rapidamente. Usa entrambe le mani allo stesso modo per dirigere la palla verso il battitore scelto.

Ricorda che c’è una piccolissima differenza tra mani morbide che possono attutire la palla e tenere illegalmente la pallavolo troppo a lungo. Se ti rompi troppo i polsi e sembri portare la palla, verrai chiamato per un passaggio e i tuoi avversari otterranno un punto.

Al contrario, le tue mani non possono essere troppo rigide. Senza un po’ di cedimento ai polsi non avrai mai la palla sotto controllo. Quando si utilizza un passaggio dell’avambraccio, si sta semplicemente reindirizzando lo slancio della palla verso il bersaglio consentendole di rimbalzare sulle braccia. L’impostazione, tuttavia, richiede di modificare il percorso della palla mentre lascia le tue mani.

Mentre si avvicina a te (il palleggiatore) la pallavolo sta viaggiando verso la rete. Dopo il set vuoi che viaggi parallelamente alla rete. Quindi, senza mani abbastanza morbide da attutire la palla e alterarne il percorso senza trattenerla troppo a lungo, non sarai in grado di ottenere set precisi.

2. Pollice negli occhi

Per favore, tieni presente che non sto sostenendo che ti infili davvero i pollici negli occhi. Quello che sto dicendo è che quando ricevi la palla, i tuoi pollici dovrebbero essere quasi direttamente sopra i tuoi occhi.

Per raggiungere questa posizione i polsi devono essere leggermente flessi e le dita arrotondate. Questo tipo di posizione dovrebbe dirigere i pollici indietro verso il viso; se non vengono tirati indietro, ostacoleranno la palla e i pollici inceppati rovineranno la giornata di chiunque.

Come accennato in #1, abbiamo bisogno di mani in grado di attutire la palla senza portarla troppo a lungo, il che significa che abbiamo bisogno di belle mani a forma di palla. E ovviamente l’unico modo per far sì che le nostre mani formino una forma sferica è tirare indietro i pollici verso gli occhi.

Assicurati che i pollici puntino verso gli occhi e non la bocca o la fronte, sarai sulla buona strada per ottenere una serie più coerente.

3. Prendi spunto dal calcio

So che questo potrebbe sembrare un po’ strano poiché i giocatori di calcio usano i piedi e l’impostazione coinvolge solo le mani, ma per avere una posizione precisa della palla durante l’impostazione della pallavolo possiamo imitare un po’ i giocatori di calcio. Più specificamente, mi riferisco a dirigere la palla.

Se il tuo gioco di gambe è stato accurato e ti sei posizionato sotto la palla in preparazione per l’impostazione, dovrebbe avvicinarsi alla tua fronte. Allontanare le mani all’ultimo secondo dovrebbe far sì che la pallavolo colpisca la tua fronte, non la bocca o la parte superiore della testa.

Ancora una volta, non sto sostenendo che in realtà lasci che la palla ti colpisca in testa o in faccia.

Tenere la palla sopra la fronte ti permetterà di sfruttare appieno la potenza generata dalle braccia, dai polsi e dai muscoli delle gambe. Mantenere questa posizione della palla ogni volta che si imposta diminuirà anche la quantità di tempo in cui la palla è nelle tue mani, rendendo meno probabile che tu venga chiamato per un passaggio.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *