Tecniche di autodifesa nelle arti marziali: come rompere un focus di un attaccante in una situazione di autodifesa

Se qualcuno ti ha afferrato, si concentra completamente sul controllarti. Questa può essere una pericolosa situazione di autodifesa. Uno strozzatore posteriore o una presa alla testa possono farti perdere i sensi a causa della mancanza di ossigeno. Se una o entrambe le tue mani, polsi o braccia vengono afferrate, puoi essere spostato o impedito di muoverti. In questo articolo parlerò di come rompere la loro concentrazione e rompere la loro presa.

Rompere il focus di un aggressore è un aspetto importante del controllo di una rissa. I pugili usano spesso tecniche di finta per convincere il loro avversario a concentrarsi sul non essere colpito invece di colpire. Uno spostamento della testa o degli occhi può essere tutto ciò che serve per farli muovere in un modo diverso. Un pugno dalla mano opposta nel modo in cui si stanno muovendo può creare abbastanza potenza per un knockout istantaneo. Potresti averlo visto in un incontro di boxe o MMA. Un finto pugno con la mano sinistra fa spostare l’altro a destra e un cross destro li prende sul mento e vanno giù.

Lo stesso vale per come combattere nella vita reale. Fare in modo che la persona aggressiva si muova in un modo e tu muovi nell’altro. L’azione preferita è quella di fuggire e lasciare la scena. Ma quando ciò non è possibile, ci sono alcune semplici tecniche di autodifesa delle arti marziali da usare per combattere il tuo combattimento. Farli concentrare su ciò che stai facendo invece di ciò che vogliono fare è un enorme vantaggio.

Come combattere Esempio 1 – Headlock laterale

Se sei posizionato in una presa laterale alla testa, in genere l’attaccante cercherà di piegarti e appoggiare la testa contro il suo fianco. Questa è una situazione molto pericolosa e devi agire rapidamente per evitare di perdere i sensi. Una reazione fin troppo comune è cercare di sollevarli da terra. Un altro è cercare di staccare il loro braccio. Questi possono funzionare se sono più piccoli o più deboli di te. Se sono più grandi o più forti, sprecherai solo tempo ed energia e si bloccheranno più duramente.

Invece di lavorare contro di loro, lavora per te stesso. Una tecnica di autodifesa delle arti marziali semplice ma estremamente efficace consiste nell’usare la mano dietro l’aggressore per colpire la parte posteriore del ginocchio più vicino a te. Questo colpo interrompe temporaneamente la loro concentrazione e distoglie la loro mente dalla presa di testa. Immediatamente dopo il colpo al ginocchio, prosegui con l’altra mano raggiungendo il loro viso. Affonda le dita in profondità nei loro occhi o nel naso e spingi indietro la testa con quanta più forza possibile. È importante spingere indietro la testa con la massima forza fino a terra. Il dolore inflitto dal tuo assalto al loro viso di solito li porta a rilasciare il blocco della testa e a concentrarsi sul togliere la mano dagli occhi o dal naso.

Come combattere Esempio 2 – Afferrato di fronte

Se vieni afferrato frontalmente per il bavero o per le braccia che colpiscono, l’attaccante è difficile poiché le sue braccia possono facilmente bloccare il colpo. In genere la tua prima reazione è provare a respingere, il che li fa solo stringere la presa. Agitare selvaggiamente con le braccia o cercare di avvicinarle non farà che sprecare la tua energia. Ancora una volta una semplice tecnica di autodifesa delle arti marziali interromperà la loro concentrazione.

Un calcio alla gamba potrebbe essere tutto ciò che serve per farli pensare a qualcos’altro. Il calcio non deve essere a tutta forza. Quanto basta per attirare la loro attenzione. Un punto importante è non toccare il loro braccio o le loro braccia che afferrano. Questo concentrerà la loro attenzione maggiormente sulla loro comprensione. Immediatamente dopo il calcio alla gamba, usa un gomito per entrare nell’avambraccio o nell’articolazione del gomito. Questo la maggior parte delle volte li farà rilasciare la presa. In caso contrario, riporta indietro il gomito con tutta la forza per colpire qualsiasi parte del corpo che puoi. Dopo che sono stati rilasciati, lascia l’area il più rapidamente possibile.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *