Storia dello squash

Il squash è uno sport indoor attivo giocato utilizzando una palla di gomma cava in un campo, che può essere indoor o outdoor. In generale, lo sport è visto come simile al tennis e alla pallamano perché quasi tutte queste regole di gioco sono incorporate nello squash. Tuttavia, i fatti sono che questo sport non ha eguali. Come ha avuto origine?

Joe Sobek, un giocatore professionista di pallamano e tennis con sede negli Stati Uniti, è accreditato per aver inventato il gioco nel 1950. Inizialmente ha introdotto il gioco durante il Greenwich YMCA. Durante quel periodo, il signor Sobek non aveva ancora considerato un nome accattivante per questo sport. Lo sviluppo del squash è stato il risultato della sua ricerca di uno sport rapido, facile da imparare e da giocare. Durante quel periodo, lo squash è stato creato come opzione per il popolare gioco del tennis.

Due anni dopo, nel febbraio 1952, fondò la NPRA o National Paddle Rackets Association. Allo stesso tempo, il signor Sobek ha codificato le meccaniche di gioco e le ha stampate in una sorta di libretto. Questo nuovo sport è stato rapidamente adottato per emergere come sport indoor popolare. Attraverso la promozione continua, la popolarità del squash è ulteriormente aumentata. Il nuovo gioco è stato quindi supportato da un massimo di 40.000 campi da pallamano all’interno delle nazioni JCC e YMCA, dove lo squash poteva essere giocato in modo formale e appropriato.

Era il 1969 quando fu fondata l’International Racquetball Association. Il gruppo ha utilizzato un nome coniato dal tennista professionista Bob McInerney. Nello stesso anno, il gruppo ha assunto i ruoli della National Paddle Rackets Association. Nel 1973, il presidente e fondatore della US Handball Association Robert W Kendler ebbe una disputa con i direttori dell’IRA. Il signor Kendler ha quindi creato altre due organizzazioni per lo squash. L’IRA è rimasta un’istituzione dominante che promuove lo sport.

L’IRA è stata riconosciuta da non meno del Comitato Olimpico degli Stati Uniti come l’organo di governo nazionale per lo squash nel paese. Lo sport raggiunse il suo picco di popolarità nel 1974. Quell’anno, si stima che solo nella terra ci fossero fino a tre milioni di giocatori di squash. Nello stesso anno, l’IRA ha organizzato il primo torneo professionistico di squash in assoluto. L’organizzazione è poi diventata un membro fondatore della International Racquetball Federation. Ha segnato la diffusione della popolarità dello sport dagli Stati Uniti ad altre parti del pianeta.

A causa della crescente popolarità dello squash, sono stati costruiti e fondati club e campi per questo sport. Numerosi produttori di articoli sportivi hanno avviato la produzione commerciale di attrezzature specifiche per squash. L’ascesa e la popolarità del squash andarono avanti fino alla prima area degli anni ’80. Tuttavia, il suo prestigio è diminuito nella fase successiva di quel decennio, quando i club di racchetta hanno iniziato la conversione in un body club sano a causa delle mutevoli preferenze delle persone e delle mutevoli esigenze.

Prima dell’inizio degli anni ’90, il numero totale di giocatori di squash solo negli Stati Uniti ha raggiunto circa 5,6 milioni. Lo sport è stato accolto calorosamente dai fanatici dello sport, in particolare da quelli con sede nel Regno Unito. Così, lo squash è diventato in pochissimo tempo uno sport con la palla popolare non solo per i cittadini americani ma anche per gli appassionati di sport britannici.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *