Storia del cappello da cowboy bianco – La tua guida ai cappelli da cowboy bianchi

Il cappello da cowboy bianco è un’icona della cultura occidentale nordamericana ed è strettamente associato ai cowboy del vecchio west. Ecco una rapida panoramica della storia di questo affascinante – e altamente simbolico – accessorio di moda.

Significato del cappello da cowboy bianco

Calgary, in Canada, ha l’abitudine di mettere un cappello da cowboy bianco su ogni ospite che viene accolto calorosamente in città dal sindaco. (Invece di una chiave per la città, gli ospiti ottengono il cappello.)

È un’immagine dell’ospitalità occidentale e ogni sindaco di Calgary l’ha regalata a superstar, funzionari e atleti in visita dalla seconda guerra mondiale.

Il cappello da cowboy bianco è anche un simbolo del bello nelle persone. L’eroe nei film western indossa un cappello bianco e il cattivo ne indossa uno nero.

Cappello da cowboy bianco e PBR

Ogni anno i Professional Bull Riders (PBR) pubblicano un calendario che spesso presenta i loro cavalieri professionisti che indossano cappelli bianchi. Il defunto Lane Frost amava indossare un cappello bianco con una caratteristica di tacchino quando cavalcava e il suo migliore amico e compagno di toro, Tuff Tedeman spesso indossa anche un bianco quando cavalca.

Il campione del mondo PBR 2009 Kody Lostroh ha indossato il cappello bianco durante molte delle sue corse nella sua ultima vittoria della stagione, così come il due volte campione del mondo PBR Chris Shivers. È un accessorio preferito per l’attrezzatura da toro per il cavaliere di toro in quanto simboleggia tutto ciò che è buono in un eroe occidentale.

Base del cappello da cowboy bianco

I cappelli da cowboy sono stati originariamente progettati per proteggere i lavoratori del ranch dalla pioggia e dal sole mentre lavorano all’aperto. John Batterson Stetson era figlio di un cappellaio americano cresciuto lavorando nell’azienda di famiglia.

Subito dopo la diagnosi di tubercolosi durante la sua tenera età, lasciò l’azienda di famiglia per visitare il selvaggio West prima che fosse troppo malato per viaggiare. Incontrò minatori d’oro, braccianti di ranch e mandriani di bestiame durante il suo viaggio e notò che indossavano cappelli a cilindro, berretti di pelle di procione, derby e persino vecchi berretti militari per tenere il calore del sole e la pioggia dalla loro testa.

Usando la sua conoscenza dell’industria del cappello, progettò un cappello che aveva una corona dai lati dritti e un’ampia tesa piatta con angoli arrotondati. Nel 1865 si trasferì a Filadelfia dove produsse un cappello chiamato “Boss of the Plains”, ma presto le persone a cui lo vendette lo chiamarono semplicemente Stetson.

Era un pezzo essenziale dell’equipaggiamento per il cowboy che lavorava. Lo Stetson era un simbolo di alta qualità e molte icone del Vecchio West lo indossavano. Buffalo Bill, Will Rogers, Tom Mix e Annie Oakley indossavano Stetson, ma è stato il Lone Ranger a rendere famoso il cappello da cowboy bianco. Non è mai stato senza di esso mentre ha combattuto i cattivi e ha sempre vinto. (Non è una cattiva tradizione che il cappello sia in linea con.)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *