Sfonda il rumore con la tua comunicazione

La comunicazione non è solo fornire un messaggio; si tratta di far sentire e comprendere il messaggio. Idealmente, la comunicazione va un passo oltre. Affinché il nostro messaggio faccia davvero la differenza, per essere una comunicazione di “successo”, abbiamo bisogno che il destinatario interagisca e agisca. A volte le nostre comunicazioni sono puramente informative, ma è davvero raro; di solito stiamo tentando di invocare una risposta attiva: rinnova la tua iscrizione, iscriviti alla nostra newsletter, acquista questo widget, registrati alla nostra conferenza o chiama il tuo legislatore. Pertanto, qualsiasi cosa a corto di interazione è un fallimento. Ma come facciamo a sfondare?

La gente è la gente

I tuoi destinatari sono i tuoi clienti, membri o potenziali clienti. Essi non sono simboli del dollaro, numeri, bot o conteggi. Quindi, prima di tutto, ricorda che hai a che fare con le persone. Ogni essere umano è diverso, con sensibilità, simpatie, antipatie e pensieri diversi su di te e sul tuo messaggio. Sono lontani i giorni in cui Henry Ford ha proclamato con arroganza che puoi avere la sua Model T in qualsiasi colore desideri, purché sia ​​​​nero. Oggi vogliamo essere trattati come anime uniche che siamo. Fortunatamente, la tecnologia può aiutare in questo. Costruisci il tuo messaggio di massa come se lo stessi inviando solo a uno dei tuoi preferiti, quindi usa la tecnologia per personalizzare in massa il messaggio sostituendo parole, frasi, nomi e titoli per adattarlo a ciascun destinatario specifico.

Ruggisci come una guerriglia

Prova le tattiche di guerriglia. Le tattiche di guerriglia sono l’arte di sorprendere e cogliere alla sprovvista il ricevitore, in questo caso, ovviamente, in senso positivo. Il tuo messaggio può davvero fare una svolta al dirigente se riesci a raggiungerlo mentre si rilassano con il caffè del sabato mattina piuttosto che nell’ufficio affollato. Oppure, se riesci ad attirare la loro attenzione subito dopo una partita di golf o squash. Oppure, mentre sono a una conferenza o in vacanza. Significa essere lì nel luogo insospettato in un modo insolito.

Definisci la guerriglia in modo diverso. Pensa a un approccio di guerriglia come a qualcosa che la tua organizzazione non ha fatto prima o da molto tempo; non necessariamente come qualcosa di nuovo al mondo che non è mai stato provato prima. Metti da parte una percentuale delle tue comunicazioni per la guerriglia che è in te. Forse il 10-15% del tuo piano di comunicazione e budget. Quindi, come sempre, monitoralo, testalo, analizzalo e persino traccialo graficamente. Se è una tattica di successo, l’anno prossimo entrerà a far parte del piano principale con il 10-15% di provare qualcosa di nuovo.

Ciò che è vecchio è di nuovo nuovo

Puoi essere un guerrigliero scavando vecchi approcci e applicandoli nuovamente come parte del tuo piano attuale. Un ottimo esempio di ciò che è vecchio è di nuovo nuovo è la posta diretta. Un tempo il pilastro dei marketer e dei comunicatori di tutto il mondo, il direct mail è stato quasi abbandonato negli ultimi due decenni a favore dei mezzi elettronici di massa poco costosi. Questo rende il direct mail perfetto per raggiungere il tuo destinatario. Tranne che durante la stagione elettorale, i destinatari semplicemente non ricevono così tanto direct mail; così, il flagello delle pile di posta indesiderata di carta è diventato un ricordo delle generazioni passate. Il direct mail potrebbe essere maturo per essere utilizzato ancora una volta nel tuo piano di comunicazione.

Altre tattiche rivoluzionarie includono l’invio di biglietti di auguri durante le festività non tradizionali quando il tuo potrebbe essere l’unico che il destinatario riceve, o l’invio di cioccolatini con il tuo logo blasonato o la verniciatura del tuo veicolo con i colori della tua azienda in modo selvaggio e sgargiante. Considera l’idea di affittare un cinema e invitarli alla premiere di un nuovo atteso blockbuster il giovedì prima dell’uscita ufficiale, con tanto di popcorn e soda. Magari prova ad assumere attori per vestirsi da supereroi per le foto dei selfie davanti al tuo passo e ripetizione alla fiera cittadina o prima della grande partita. Il punto è: osservare gli altri, prendere idee dalla TV e dai film, essere diversi, provare cose nuove. Sfondare può riguardare… beh… essere diversi, essere imprevedibili, essere creativi.

Sfondare non significa infrangere le regole fondamentali della comunicazione e del marketing. Non significa inviare meno comunicazioni o troppe. Non significa riscrivere il libro o dimenticare la provata scienza del passato. No, invece, sfondare significa davvero ricordare. Ricorda la regola d’oro, che dovresti trattare le persone nel modo in cui vuoi essere trattato. Vuoi sentirti speciale. Falli sentire così. Ricorda di usare sempre forti capacità di scrittura con grammatica e punteggiatura corrette, pur essendo te stesso il più possibile. E ricorda di rispettare le linee guida della filosofia, dello stile e dell’immagine della tua organizzazione. Dopodiché, rompere però significa divertirsi, catturare la loro attenzione, quindi dire loro qualcosa che vale la pena ascoltare, vedere o leggere.

Se hai trovato questo articolo perspicace e utile, potresti apprezzare allo stesso modo gli altri tre articoli di questa serie in quattro parti sulle comunicazioni: La zona di comunicazione di Goldilocks, Anatomia di un messaggio di comunicazionee Fallo a modo loro: connettersi con clienti e membri.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *