Scuba Diver AustralAsia – La rivista di immersioni subacquee primaria e migliore di Singapore!

Scuba Diver – Through The Lens, è la prima rivista internazionale di fotografia subacquea stampata al mondo e Scuba Diver AustralAsia è stato lanciato nel 1981. Insieme, queste riviste vengono pubblicate 8 volte l’anno: 4 per ogni rivista. Sono pubblicati da Asian Geographic Magazines Pvt. Ltd. con i numeri che hanno un numero di lettori di 90.000 in 48 paesi, come ad aprile 2009.

Scuba Diver AustralAsia è la pubblicazione ufficiale della PADI Diving Society nell’Asia Pacifico in quanto raggiunge più di 200.000 subacquei appena certificati ogni anno nella stessa regione e circa 1.000 PADI International Resort & Retailer Associations (IRRA).

Dal 2007 la rivista è distribuita in Brasile, Europa, Giappone, Noumea, Papua Nuova Guinea, Corea del Sud, Tonga Vanuatu, Canada, Fiji, Mauritius, Pakistan, Sud Africa, Sri Lanka e Regno Unito. È inoltre disponibile a bordo di tutti i voli e nelle lounge di Singapore Airlines, SilkAir, Sri Lankan Airlines e Malaysian Airlines. Con oltre 25 anni di attività, ha l’esperienza cumulativa per renderlo un leader nella sua categoria.

La rivista Scuba Diver è vivace e informativa e offre tutti i desideri e le esigenze di un subacqueo moderno. Un abbonamento a una rivista Scuba Diver offre ai subacquei l’accesso alle informazioni sull’esplorazione di oceani affascinanti e sull’incontro con le creature viventi presenti in esso. Nella rivista sono menzionate le principali destinazioni subacquee nell’Oceano Pacifico, in Australia e oltre, tra cui notizie sulle immersioni, nuove scoperte, notizie ambientali, spettacoli naturali e argomenti incentrati sui subacquei. Scoprirai che solo le migliori notizie e articoli sulle immersioni da tutto il mondo sono presenti in questa rivista per garantire che sia degli standard più elevati. Solo i migliori giornalisti, fotografi, videografi e immagini di servizi subacquei del mondo possono comparire in questa rivista.

Scuba Diver Through The Lens è dedicato alla fotografia e alla videografia subacquea. È compilato e distribuito da DivePhotoGuide.com, Edition Fifty Fathoms e Scuba Diver AustralAsia. È diventata nota come la principale rivista di immersione in Asia; DivePhotoGuide.com è un leader mondiale nei media per la fotografia subacquea e Edition Fifty Fathoms è una prestigiosa rivista di foto d’arte da collezione. La rivista è progettata con lo scopo di educare la comunità subacquea globale su tecniche, attrezzature e destinazioni di viaggio; Qui sono presenti anche i principali fotografi e videografi subacquei del mondo.

La rivista supporta e promuove la ricerca ambientale per promuovere la consapevolezza ambientale, l’esplorazione per aumentare la conoscenza scientifica e progetti di conservazione con l’obiettivo di promuovere l’etica della conservazione in Asia e Australia. Grazie ai suoi contenuti di qualità, un vasto pubblico di subacquei attivi ed entusiasti è attratto dalla rivista. Inoltre, la rivista copre i migliori punti di immersione in tutto il mondo e si rivolge ai nuovi subacquei che stanno cercando di spendere per nuove attrezzature subacquee, nuove destinazioni per le vacanze e nuove attrezzature fotografiche, dando loro i migliori consigli.

Matt Weiss è l’editore ed editore di DivePhotoGuide.com; si prende cura delle Americhe e della regione dei Caraibi. Dietmar W. Fuchs è l’editore ed editore di Edition Fifty Fathoms; si occupa delle regioni europee e africane e, Ian Seldrup è il redattore collaboratore delle regioni asiatiche, australiane e del Pacifico.

Con un abbonamento Scuba Diver digital puoi leggere una copia della rivista digitale Scuba Diver, che ha lo stesso contenuto e design della rivista cartacea, sui tuoi dispositivi iOS, Android, Windows mobile e desktop. Alcune riviste vengono fornite come repliche PDF, ma altre sono disponibili con clip video, clip audio, collegamenti e altri contenuti interattivi. Prendi una copia della rivista e acquisisci tutta la conoscenza e l’esperienza da questa rivista più che informativa mentre entri a far parte del movimento go-green.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *