Scarpe da allenamento per arti marziali – 4 motivi convincenti per indossarle

Le scarpe da allenamento per arti marziali non sono generalmente indossate dai praticanti, specialmente da coloro che allenano le varie arti marziali giapponesi. È molto più comune vedere persone che si allenano a piedi nudi nel dojo mentre fanno karate o judo. Ci sono due ragioni principali. In primo luogo, togliere le scarpe da esterno o da allenamento mostra rispetto per l’arte e le sue tradizioni. Il secondo motivo è puramente pratico. Nelle arti di lancio come judo, jujitsu e aikido, vengono utilizzate aree di allenamento arruffate. Quindi le calzature esterne vengono rimosse per evitare che lo sporco rovini i tappetini, e anche per proteggerli da danni, quindi non devono essere sostituiti troppo spesso.

Arti marziali cinesi contro gli altri

L’arte giapponese del ninjutsu è diversa dalle altre tradizioni di combattimento giapponesi in quanto vengono indossate le calzature. Questa calzatura si chiama tabi, e può essere composta sia da stivali tabi che da calzini tabi, entrambi caratterizzati dall’avere l’alluce separato dagli altri.

Nel kung fu cinese è abbastanza standard indossare scarpe, sia che si tratti dello stile di pantofola di kung fu per cui era noto Bruce Lee, sia di semplici scarpe da ginnastica nere o scarpe da ginnastica. Tuttavia, se si allenano in un dojo, soprattutto se stanno utilizzando un’area arruffata, i praticanti cinesi di kung fu si alleneranno senza scarpe, sia in segno di rispetto per l’arte marziale normalmente praticata lì, sia anche per aiutare a proteggere i materassini .

Motivi per indossare scarpe da allenamento per arti marziali

La domanda da considerare è se le scarpe per arti marziali debbano essere indossate da tutti gli artisti marziali del ventunesimo secolo, o se sia meglio rispettare le tradizioni dei nostri antenati marziali. Ecco quattro validi motivi per programmare almeno alcune sessioni di allenamento utilizzando le calzature.

1. Igiene

È molto comune nelle aree in cui molte persone vanno a piedi nudi, per la diffusione di infezioni cutanee e fungine. Questo problema è particolarmente diffuso negli spogliatoi e negli spogliatoi sportivi. Per gli artisti marziali che si allenano a piedi nudi, questo pone due potenziali problemi. In primo luogo, se lo studente è rispettoso dei suoi compagni di classe, non si allenerà mentre soffre di una condizione della pelle. Questo ovviamente è dannoso per il regime di formazione dello studente.

L’altro potenziale problema è se lo studente ignora un problema di salute della pelle e si allena comunque. Questo non è piacevole per gli altri studenti e l’infezione può quindi diffondersi rapidamente. Una facile misura preventiva è che gli studenti si allenino indossando scarpe da arti marziali.

2. Autoprotezione

Molte classi di arti marziali si incontrano per allenarsi in una stanza affittata che potrebbe non far parte di una scuola professionale, o anche in un complesso sportivo. Invece, la stanza potrebbe trovarsi in una sala della chiesa o in qualche altro edificio locale non utilizzato esclusivamente per le arti marziali. Se la stanza non viene normalmente utilizzata per alcun tipo di attività sportiva o fisica (come yoga o pilates), il pavimento potrebbe non essere l’ideale per allenarsi a piedi nudi. Potrebbe essere un semplice pavimento in cemento freddo o uno di legno grezzo con assi danneggiate o irregolari. Questi tipi di pavimento possono comportare un rischio di lesioni inutilmente elevato. È noto che anche le superfici opache del judo corrette causano la rottura delle dita dei piedi, poiché è facile intrappolare un dito del piede tra i tappetini se si finisce sul lato che riceve un calcio di spazzata. Scarpe da allenamento leggere sono indispensabili in casi come questo per evitare che si verifichino lesioni inutili.

3. Protezione durante lo sparring

La maggior parte delle arti marziali include lo sparring come parte integrante dell’allenamento, in modo che gli studenti possano praticare le tecniche contro un vero avversario. Alcune scarpe da allenamento per arti marziali disponibili in commercio sono scarpe elastiche di tipo slip-on, che incorporano un’imbottitura sottile sulla parte superiore e sul collo del piede. Questi possono essere utili a entrambi gli studenti quando si esercitano durante lo sparring leggero. Sono anche normalmente leggeri e abbastanza sottili da poter indossare parastinchi e imbottiture per i piedi adeguati per uno sparring più intenso e a pieno contatto.

4. Autenticità in situazioni di autodifesa reale

La ragione più ovvia per fare parte di qualsiasi allenamento di sparring indossando scarpe è che è estremamente improbabile che tu venga attaccato mentre sei a piedi nudi. Conviene allenarsi per questa eventualità, ma in generale l’eventuale necessità di utilizzare tecniche di autodifesa avverrà fuori casa e mentre si indossano scarpe o scarpe da ginnastica. Se non hai familiarità con l’esecuzione delle tue tecniche di arti marziali mentre indossi le scarpe, sarai automaticamente in svantaggio in qualsiasi situazione fisicamente pericolosa.

Quindi, anche se la tua arte marziale normalmente si allena a piedi nudi, è sicuramente consigliabile fare qualche sessione di pratica occasionale indossando abiti e scarpe di tutti i giorni, in modo da rendere il tuo allenamento di autodifesa il più realistico possibile.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *