Revisione del modello di dinosauro Papo Running T Rex

Nuovo modello Papo Running T. rex (Tyrannosaurus rex verde)

Sulla scia di altre repliche Papo nella gamma “Dinosauri” dell’azienda arriva l’attesissimo modello T. rex in esecuzione. Questo è il quinto modello di T. rex che Papo, il figurinaio francese ha prodotto e secondo noi; il migliore.

In posa a bocca aperta?

Come i modelli in piedi di T. rex, questa replica ha una mascella inferiore articolata. Ciò consente a questo modello di dinosauro di essere posizionato a bocca aperta o chiusa. È notevole quanti modelli siano realizzati raffiguranti la creatura preistorica con la bocca aperta. I modelli di teropodi come Allosaurus, Abelisaurids e, naturalmente, il Tyrannosaurus sono particolarmente sensibili a questo tratto. Tuttavia, dopo aver studiato i carnivori in Africa come leoni e ghepardi, i lettori possono essere certi che questi animali quando corrono, raramente corrono con la bocca aperta. Comunque la testa del modello T. rex funzionante è di buona fattura e, come il resto del modello; molto ben dipinto.

Questo modello di T. rex ha la stessa testa delle repliche precedenti?

La testa assomiglia superficialmente ai crani delle precedenti repliche Papo del Tyrannosaurus rex ma la dentatura (denti) è molto diversa. I denti nel nuovo modello sono molto più irregolari rispetto alle sculture precedenti. Alcuni singoli denti, in particolare quelli posti lungo la premascella, sono molto grandi, conferendo a questa replica del T. rex un notevole morso eccessivo.

Il modello misura circa 33 cm di lunghezza, questo dà una scala rappresentativa di circa 1:42, anche se i designer dell’azienda proporrebbero una scala più simile a 1:40. Il modello è alto 13 cm alla testa e gli arti anteriori si piegano leggermente in quella che chiamiamo una “postura pizzicante”, riflettendo il pensiero attuale sulla larghezza della forcella (ossa oscillante) e sul suo posizionamento in allineamento con il cingolo scapolare.

Come è stata creata la posa da corsa?

L’andatura da corsa si ottiene dotando questa replica di gambe robuste, le cui dita dei piedi sono divaricate – una posa di corsa naturale se forse questo animale stesse caricando su un terreno morbido, ma pensiamo di più per aiutare a distribuire il peso e consentire a questo modello per stare in piedi. La folta coda aiuta a controbilanciare l’animale, ma il vero segreto dietro questa posizione si trova quando si esamina attentamente la parte inferiore dei piedi. I cuscinetti dei piedi e le articolazioni delle dita sono stati ispessiti e appiattiti dai modellisti. Ciò consente a una parte maggiore della parte inferiore del piede di rimanere a contatto con il suolo, favorendo così la stabilità delle repliche.

ioIspirato da “Sue”, la mostra sul T. rex del Chicago Field Museum

Una delle immagini ispiratrici dietro questa rappresentazione del T. rex è l’enorme scheletro montato del robusto Tyrannosaurus rex, noto come “Sue” che si trova al Chicago Field Museum (Chicago, USA). Questo scheletro lungo quarantadue piedi è montato come se questo feroce predatore stesse correndo: anche il nuovo T. rex di Papo riflette questa posizione.

Ben dipinto e ben realizzato un’altra risorsa per la gamma di personaggi e modelli Papo e siamo sicuri che questo sarà uno dei preferiti dai fan dei dinosauri e dai collezionisti di modelli per molti anni a venire.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *