Regole della pallavolo: comportamento del giocatore

Come istruttore di pallavolo, devi mostrare il controllo fornendo ai tuoi giocatori una serie di regole e requisiti che devono conoscere e rispettare. Stabilire la legge durante la settimana iniziale sarà fondamentale se vuoi far funzionare una macchina ben oliata. Ho prodotto un riassunto di alcuni suggerimenti che credo sarebbero gli elementi essenziali.

Comportamento INACCETTABILE

1. Impegnarsi in qualcosa di diverso da guardare e tifare quando i giocatori sono in panchina. I giocatori non dovrebbero parlare di Jersey Shore o dei loro fidanzati. Devono prestare attenzione al gioco.

2. Distrarre un giocatore che sta tentando di giocare una palla. Questo è sulla linea di una buona sportività. Non lasciare che i tuoi giocatori cadano in questo perché non vuoi davvero che non ti piacciano le altre squadre. Ti farai rapidamente un nome.

3. Urlando o imprecando con rabbia. Ancora una volta, la sportività. Ho fatto urlare a un giocatore la parola “F” durante una partita serrata con molte persone che guardavano. L’aspetto più sfortunato era che era così tranquillo perché era un gioco così eccitante. Un istante estremamente scomodo, senza dubbio.

4. Interrogare o criticare la chiamata di un funzionario. Quasi niente mi infastidisce di più che guardare i giocatori chiedere una chiamata dopo ogni gioco. Non permettere ai tuoi giocatori di farlo. Fagli capire che questo è il tuo lavoro.

5. Lanciare o calciare la palla con rabbia. Se hai mai allenato dei ragazzi, ti rendi conto di cosa sto parlando. A loro piace davvero calciare il pallone il più lontano possibile. Inoltre, non è questa la prima regola della pallavolo che hai mai imparato? Quello e rotolare la palla sotto la rete (mi piace molto lanciarla alla persona che serve).

6. Parlare con i funzionari. Devi assolutamente assicurarti che tutti sappiano che solo il capitano può parlare con gli arbitri. Non è davvero divertente ricevere un cartellino giallo in una parte critica di una partita.

7. Applausi negativi. Ricordi questo?: Vogliamo una brocca non un prurito alla pancia. Niente di tutto questo per favore.

8. Incolpare i compagni di squadra. Un’altra cosa che sento di osservare fin troppo. Ogni squadra ha quel giocatore che ama guardare la persona che ha sbagliato e dire qualcosa. Questo è il lavoro dell’allenatore. Non permettere che vada oltre il controllo.

9. Fare il broncio a seguito di una cattiva giocata. Nel caso ciò accada, elimina il giocatore. Questo non gioverà davvero alla squadra.

Ecco un elenco di punti da incoraggiare:

1. Aiuta i compagni di squadra a scendere dal campo

2. Complimenti ai compagni di squadra e agli avversari per le grandi giocate

3. Fai rotolare la palla sotto la rete

4. Corri per prendere una palla sbagliata e riportala al server o all’arbitro

5. Fare il tifo alla conclusione di ogni punto (vincere o perdere il punto)

6. Tifo a bordo campo (“Jenny è in fiamme, Ooh, Ah”, “Continua così Sara, continua così”, “Eccoci Red, eccoci qui”)

7. Giocatore motivante che commette un errore (“Non preoccuparti, lo capirai la prossima volta”)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *