Origini del cane da caccia – Tracciare l’evoluzione del cane da caccia

L’origine del cane da caccia risale a 20.000 anni fa, quando l’uomo mesolitico usava i primi cani per cacciare cibo, riparo e vestiti. Mentre cacciava solo in uno sport ora, e raramente usato nel mondo occidentale per il sostentamento, la vita di un antico cacciatore dipendeva dal suo successo nella caccia. 9.000 anni fa, però, il ruolo del cane è cambiato; questo è quando il bestiame è stato addomesticato e il cane si è trasformato da cacciatore, a protettore e guardia. Nell’età del bronzo, 4.500 aC, esistevano cinque diversi tipi di cani; le razze pointer, pastori, mastini, levrieri e lupi. Le prime pitture rupestri di questo periodo mostrano che i cani lavoravano insieme a cacciatori laterali, essendo allevati per il loro lavoro specifico.

Durante questa età l’uomo iniziò davvero a coltivare la specie canina secondo i suoi bisogni. I cani venivano allevati per l’ambiente e il clima specifici in cui vivevano e, infine, per cacciare alcune specie di prede. Il cane moderno di oggi incanala questi antichi antenati, e non solo è per questo che il cane ha il naso superiore per seguire la preda, ma è da lì che deriva il suo istinto di cacciare. Con la dipendenza dell’uomo così pesantemente appoggiata sul cane, questo è più o meno il periodo in cui l’uomo e il cane iniziarono a sviluppare un profondo legame di parentela. Lo sviluppo del cane è strettamente legato all’evoluzione dell’umanità.

I cani da caccia venivano allevati per alcuni tipi di cacce; i cani uccelli avevano lo scopo di stanare il pollo e alcuni per recuperarlo dall’acqua. Alcuni sono stati allevati per i procioni degli alberi, altri per cacciare i roditori. Ogni razza di cane ha il suo scopo. Con l’avanzare e lo sviluppo della società, tuttavia, si faceva meno affidamento sulla caccia e sul cane da caccia. La caccia divenne un passatempo, non una necessità, e le varie razze furono usate per gli animali domestici, non per il lavoro. Tuttavia, molti cacciatori sono molto orgogliosi di questa discendenza di cani da caccia, studiando l’antica discendenza di una razza e sforzandosi di riportare questi cani al loro antico scopo e gloria.

Oggi ci sono centinaia di razze che fanno risalire i loro geni a questi antichi cacciatori. All’interno di ogni tipo ci sono più sottocategorie basate sulle caratteristiche specifiche di un cane. I segugi sono suddivisi in segugi da vista o da fiuto; i cani da caccia sono costituiti da retriever, setter, spaniel, cani da acqua e pointer. Curs e Lakeland terrier sono sottocategorie del terrier. Ciò che tutti questi cani hanno in comune, però, è la loro devozione all’umanità per migliaia di anni.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *