No Waves – No Surfing Today – Quali sono le tue alternative?

Se sei una persona acquatica, una giornata senza onde da surfare apre nuovi orizzonti per le attività acquatiche. A volte è una benedizione, una specie di tregua. Ti stanchi mai di navigare tutti i giorni? Non rispondere a questa domanda! Considera tutte le possibilità a tua disposizione se non ci sono onde da surfare.

Ecco alcuni tipi di tavole da surf per una giornata senza surf:

· SUP

· Skimboard

· Tavola da wakeboard

· Paddleboard

· Tavola da surf per piscina a onde

Hai delle valide alternative. Puoi portare il tuo SUP nell’oceano o nello specchio d’acqua più vicino e fare una crociera di piacere o un ottimo allenamento fisico. Sembra che più surfisti stiano aggiungendo un SUP alla loro faretra. Molte famiglie stanno aggiungendo uno o due SUP o anche di più in modo che tutti i membri della famiglia possano entrare in acqua. Se non hanno un SUP, scendono al loro negozio di surf locale o al negozio di noleggio di sport acquatici e ne noleggiano uno per un giorno per un importo molto simbolico.

Come ho accennato in articoli precedenti, la pagaiata in piedi è diventata un’attività molto popolare per gli individui e per le famiglie. È diventato un ottimo modo per divertirsi mentre fai un buon allenamento fisico, navigando da solo in un corso d’acqua, unirti al tuo gruppo di amici locale o a un club SUP e trasformare la tua esperienza SUP in un affare sociale. Considera di aggiungere un SUP alla tua faretra di tavole da surf.

Se sei più giovane o una persona con molta energia, puoi andare in skimboard. Uno skimboard è una piccola tavola da surf fatta per sfiorare o scivolare in acque molto basse con te in piedi su di essa. Puoi scremare in acque poco profonde fino a 1/8 di pollice o meno. Per scremare, corri il più velocemente possibile trasportando lo skimboard, aumentando la velocità e lo slancio, lascia cadere lo skimboard nell’acqua bassa o sulla superficie bagnata, saltaci sopra e poi scivola e scivola per lunghe distanze. Man mano che aumenti il ​​tuo livello di abilità, puoi fare rotazioni, virate, salti e andare avanti e indietro. Fai molta attenzione quando stai imparando perché puoi perdere il controllo e atterrare con il sedere sulla sabbia dura.

Puoi scremare su laghi, fiumi e coste di qualsiasi specchio d’acqua anche su un prato bagnato, purché non ci siano rocce o detriti che inibiscano la scrematura. Alcuni dei bambini che cavalcano gli skimboard li cavalcano sulle colline erbose nei parchi o sui campi da golf. Puoi anche trainare un pilota sul suo skimboard dietro una barca o anche trainato da un’auto in un acquedotto. Lo skimboarding è un evento divertente e si è trasformato in un piccolo sport professionistico, con sempre più aziende che lo realizzano. La maggior parte degli skimboard sono pannelli rigidi realizzati in fibra di vetro o legno, ma sul mercato ci sono anche skimboard morbidi chiamati “the ONE” progettati da Tom Morey, l’inventore della Morey Boogie Board.

I wakeboard sono un’altra possibilità, ma hai bisogno di una barca per rimorchiarti. Puoi guidare dietro la tavola come se stessi facendo sci nautico oppure puoi cavalcare la scia della barca lasciando andare la corda come se stessi facendo surf. Come nota speciale, Hobie Alter ha guidato la scia dietro una barca a motore da Long Beach, in California, all’isola di Catalina, che si trova a circa 26 miglia e nel Guinness dei primati. Puoi anche acquistare un wakeboard appositamente progettato per il wakeboard oppure puoi utilizzare la tua tavola da surf, SUP o skimboard. La maggior parte dei surfisti, impegnati in questo sport, utilizzerà le proprie tavole da surf, lunghe o corte.

Il paddleboarding è un altro ottimo modo per trascorrere del tempo in acqua. I paddleboard sono in circolazione da molto tempo e sono stati resi popolari alle Hawaii da Tom Blake all’inizio del 1900. Un paddleboard viene remato in posizione prona o in ginocchio. Tuttavia, puoi sederti sulla tavola e pagaiare tranquillamente in giro per controllare il fogliame sottomarino, pescare o fare una crociera godendoti l’aria fresca e il panorama. Puoi anche remare con la tua tavola da surf per mantenerti in forma. C’è un piccolo gruppo di persone che gareggiano con i paddleboard. La gara più famosa è l’annuale Molokai to Diamond Head Race alle Hawaii. È una dura corsa in mare aperto in cui i canoisti in passato hanno perso la vita.

Il surf su un’onda artificiale è un altro luogo che è diventato piuttosto popolare. Ci sono parchi con onde oceaniche simulate, alcune grandi da 4 a 6 piedi. Ci sono anche macchine a onde stazionarie in cui l’acqua viene spinta con forza su un muro simulando un’onda. Piccole tavole da surf speciali sono utilizzate e fornite dagli operatori delle macchine per onde stazionarie. Le piscine a onde, i parchi a onde e le macchine a onde stazionarie sono poche e lontane tra loro. Alcuni sono abbastanza buoni, ma la maggior parte sono nella migliore delle ipotesi mediocri.

Se hai davvero bisogno di una pausa dal surf e non hai voglia di guidare una delle tavole sopra menzionate, dimentica il divano e la TV. Vai in palestra e fai un po’ di cardio, addominali e solleva dei pesi. Puoi fare un ottimo allenamento preparandoti per la tua prossima sessione di surf e uscire dalla palestra sentendoti bene perché hai realizzato qualcosa per te stesso. In un prossimo articolo parlerò di una routine di condizionamento fisico che tutti i surfisti dovrebbero seguire. Ti parlerò anche di un’alimentazione sana, che è una parte importante del tuo benessere fisico, che ti aiuterà anche a migliorare la tua navigazione.

Quindi amici miei, non lasciate che un giorno senza surf vi butti giù. Sfruttalo al meglio avendo nella tua faretra i tipi di tavola da surf adeguati che ti permetteranno di diversificare la tua esperienza in acqua. Tutto questo fa parte dell’imparare a navigare nella vita. Goditi l’acqua, surf o no surf! È uno spasso!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *