NHL Winter Classic, salviamo l’hockey

Secondo me, il Winter Classic è uno dei primi dieci eventi sportivi ogni anno. Hockey… fuori… la neve che circonda la pista, cosa c’è che non va? Sebbene i festeggiamenti pre-partita fossero circa 37 minuti più lunghi del necessario, mi sono goduto la maggior parte del trambusto. Riportare in vita giocatori leggendari, rivivere la rivalità e tutto ciò che è cresciuto giocando a hockey su uno stagno ghiacciato ha contribuito a creare un’atmosfera speciale.

(A proposito, il Winter Classic dimostra che gli sport dovrebbero essere praticati all’aperto quando possibile, soprattutto quando fa freddo. Il calcio, il baseball dei playoff e il Winter Classic godono di un pubblico più rumoroso e appassionato rispetto a basket, hockey indoor e baseball estivo. Perché? Perché nella maggior parte dei casi fuori fa gelo assoluto. Puoi provare tu stesso se lo desideri. Esci fuori e sistema una sedia nel tuo cortile. Ora siediti lì per tre ore. Sei arrabbiato e hai un freddo pungente entro 45 minuti. Ora fai la stessa cosa ma invece di sederti lì, rimbalza e urla come un idiota. Perderai la cognizione del tempo. L’unico problema qui è se la tua squadra sta perdendo. Perdere sottrae altri 20 gradi dalla temperatura dell’aria. Quasi come un vento gelido, solo che è un freddo perdente. Sto divagando.)

La Winter Class è il super bowl della NHL. Per almeno un giorno all’anno (in realtà parte di un giorno), la NHL è al centro della scena. (Se invece stavi guardando il football del college, allora mi dispiace. Non mi dispiace per aver affermato che la NHL è al centro della scena. Mi dispiace che stavi guardando il football del college.) La partita Flyers-Bruins è stata accattivante dall’inizio alla fine. Il gioco era fisico, le occasioni da gol erano abbondanti (sì, più gol non avrebbero fatto male), e c’era suspense. Completa il tutto con il vapore del respiro dei giocatori e le raffiche di neve; e tu stesso hai il paradiso dell’hockey. ero stordito.

Sin dal suo inizio, tre anni fa, il Winter Classic è stato un successo. Sì, le valutazioni sono diminuite quest’anno, ma lo attribuisco al giorno di Capodanno che cade di venerdì. La maggior parte delle persone di solito si siede il 1° giorno perché ha il lavoro il giorno successivo. Il 2010 è stato diverso. Indipendentemente da ciò, la NHL ha la sua mostra principale e per la prima volta in quasi un decennio è prevalente. Possiamo semplicemente sederci e guardare la NHL decollare, giusto? Sbagliato. La NHL ha ancora bisogno di aiuto per rivendicare il suo posto tra i quattro principali sport negli Stati Uniti. Permettimi di illuminare la strada.

Elimina il gioco tra le conferenze. L’hockey NHL (come qualsiasi altro sport) dà il meglio di sé quando l’intensità è alta e i rivali si affrontano. A nessuno interessa vedere come se la caverà Pittsburgh contro Nashville o Columbus. I fan vogliono vedere Sid the Kid combattere le Capitali il più spesso possibile. Metti in mostra Devils and Flyers più di sei volte all’anno. La lega ha preso provvedimenti per aumentare le partite intra-conferenza qualche anno fa, ora è il momento di andare fino in fondo. Ci vorrà del tempo perché le rivalità si sviluppino completamente. Tuttavia, poiché le squadre giocano più frequentemente, l’animosità aumenterà e i fan saranno trattati per incontri più intriganti nel corso della stagione. La lega non sta nemmeno stampando denaro, quindi i risparmi sui viaggi fornirebbero un ulteriore vantaggio.

Ridimensiona e sposta alcune squadre attuali in Canada. Questo solo dentro; Al Canada piace l’hockey. Sei franchigie non sono sufficienti per un paese che potrebbe sostenere l’intera NHL. Non sono il primo a offrire questa soluzione, quindi non pretendo di essere un genio. Se dovessi intervistare 1.000 appassionati di sport, quanti di loro potrebbero nominare le squadre di hockey ad Atlanta, Columbus o Nashville? Inoltre, perché nel mondo la Florida ha due squadre di hockey? Gli allestitori di motoslitte non aprono negozi in Arizona, né gli sviluppatori costruiscono campi da golf in Minnesota. La NHL ha bisogno di abbracciare lo spirito di Abraham Lincoln ed emancipare la maggior parte del sud dall’hockey. Permetterò alla Florida di una squadra, a St. Louis di tenere i Blues, agli Hurricanes di rimanere in Carolina e maaaayyyybe dare una squadra al Texas. Sono cinque, forse sei squadre da spostare a nord del confine. Anch’io sono favorevole al ridimensionamento. Anche se, non riesco a immaginare che la NHL abbia ammesso di aver sbagliato a tal punto.

Cambia completamente la stagione. Attualmente, la Stanley Cup della NHL compete con i playoff NBA e la Major League Baseball. Fino a quando l’hockey non riacquisterà il suo status di inizio anni ’90, questa è una battaglia persa. Ogni pazzo sportivo come me sa che c’è un enorme buco sportivo sul calendario; Febbraio a metà marzo. La NHL deve ridurre la sua stagione a 60-70 partite e iniziare a giocare a fine agosto, mettendo i playoff e le finali a febbraio e all’inizio di marzo. Approfittare di questa gigantesca pausa consentirebbe alla NHL di raccogliere più fan e, con l’eccezione della NASCAR una volta alla settimana, monopolizzare gli interessi del mondo sportivo. (Sia il college che il basket professionistico non si riscaldano rispettivamente fino a metà marzo e fine aprile.) Non è tutto. La programmazione dei playoff in quel momento consentirebbe anche alla NHL di presentare le finali della Stanley Cup OUTDOORS! Ovviamente, questo dipenderebbe dalle squadre coinvolte, ma che spettacolo sarebbe. La NHL potrebbe salvare febbraio per tutti noi e tornare alla ribalta nazionale allo stesso tempo.

Gary Bettman, attualmente sono impiegato ma sarei disposto a implementare queste modifiche per tuo conto. Posso iniziare subito. Non c’è nemmeno bisogno di ringraziarmi. Per la prima volta in tutta la mia vita, non dovrò andare in letargo sportivo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *