Mead Mania – L’arrivo di Pat Tyson inizia una serie di 9 titoli consecutivi – Parte 2

Le cose hanno iniziato a scaldarsi davvero con l’arrivo di Pat Tyson come allenatore di corsa su distanza di Mead. Ha fornito la leadership che ha portato al primo di 9 titoli consecutivi di Mead nel 1988.

La squadra della Shorecrest High School di Tyson aveva vinto titoli consecutivi 3-A di sci di fondo nel 1984 e nel 1985 prima di trasferirsi a Mead.

Tyson potrebbe essere meglio conosciuto a livello nazionale come corridore dell’Università dell’Oregon sotto l’allenatore Bill Bowerman e l’ex compagno di stanza di Steve “Pre” Prefontaine.

Pre non è stato solo il campione superstar dell’Oregon, ma anche il più grande mezzofondista americano di sempre e la più grande leggenda americana della corsa.

Al momento della sua tragica morte in un incidente automobilistico alla giovane età di 24 anni, Pre deteneva 14 record di atletica leggera americani da 2.000 metri a 10.000 metri. Per 5 anni nessun corridore americano ha potuto battere Pre a qualsiasi distanza oltre il miglio.

Bowerman, uno dei più grandi allenatori di mezzofondo, ha avuto un successo fenomenale e l’Oregon è diventato una potenza nazionale.

Ciò che Tyson ha imparato vivendo e correndo con Steve Prefontaine e dall’allenatore Bowerman è stato portato a Mead e implementato in modo superbo.

Ai corridori di idromele è stato chiesto di non fare altro o meno che accettare di far parte del sistema di “famiglia allargata” di Tyson. Voleva un gruppo di ragazzi che amassero correre, fossero disposti ad allenarsi costantemente (tutto l’anno) e a cui piacesse uscire insieme.

I Mead Panthers divennero una squadra di giovani inseparabili e quasi imbattibili anno dopo anno. Gli allenatori rivali di altri campionati e scuole minori erano invidiosi degli oltre 80 membri delle squadre di sci di fondo e delle squadre di atletica di mezzofondo di Mead.

Mentre la maggior parte delle scuole è stata fortunata ad avere una mezza dozzina di corridori che potevano fare 5 minuti nel miglio, Mead apparentemente aveva più di 30 bambini che potevano farlo in ogni sessione di allenamento. Essere un corridore titolare per Mead è stato un grosso problema, e ancora più importante in un incontro importante.

Nel cross-country solo 7 corridori rappresentano la squadra in un incontro e solo i primi 5 corridori figurano nel punteggio, ma tutti gli oltre 80 membri della squadra potrebbero partecipare all’incontro.

Una cosa grandiosa del cross-country è che è uno sport di inclusione, nessuno ha bisogno di sedersi in panchina mentre i titolari di una squadra giocano.

Anche lo sci di fondo, come l’atletica leggera, il nuoto e il wrestling sono sport individuali e di squadra. La tua squadra potrebbe non qualificarsi per l’incontro statale, ma potresti qualificarti come individuo in base al tuo traguardo negli incontri distrettuali o regionali.

A differenza della maggior parte delle competizioni sportive, nel cross-country vince il punteggio basso. Una squadra i cui corridori finiscono 1-2-3-4-5 segnerebbe 15 punti perfetti. Il suo avversario potrebbe, nella migliore delle ipotesi, finire 6-7-8-9-10 con 40 punti.

Se una squadra finisse 1-2-3-4-5-6-7 il punteggio vincente sarebbe ancora 15, ma il suo avversario non potrebbe fare meglio di un 8-9-10-11-12 con 50 punti. Anche se i corridori al 6° e 7° posto non figurano nel punteggio della loro squadra, possono determinare quale squadra vince finendo davanti ai primi 5 corridori dell’altra squadra.

I corridori dell’idromele sono diventati campioni perché quando la posta in gioco era più alta, hanno dato il meglio di sé. I corridori al di fuori del GSL che si sono schierati contro Mead hanno dovuto sentire che stavano andando a un processo atroce.

(Nota dell’editore: questa è la parte 2 di una serie in 4 parti sul successo della Mead High School.)

Copyright © 2007 Ed Bagley

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *