Manichino Grappling – Il punto di vista di un olimpionico

Pratico Judo da oltre 22 anni e ho gareggiato e mi sono allenato in alcuni dei dojo e delle palestre più difficili del pianeta. Personalmente, ero un po’ scettico quando si trattava dell’uso dei manichini da grappling. Avevo questa strana convinzione che i manichini alle prese non andavano bene perché non era una persona reale e quindi non reagiva o non mi sentivo una persona reale. Mentre mi allenavo per le Olimpiadi di Pechino ho avuto un fantastico compagno di allenamento che era lì ogni volta che avevo bisogno di lui per allenarsi. A 3 mesi dall’inizio delle Olimpiadi, il mio compagno di allenamento è stato colpito da un terribile ko soto gari e ha subito uno strappo al legamento crociato anteriore e ha avuto bisogno di una ricostruzione del ginocchio. Ciò significava che non solo ho perso un compagno di allenamento, ma ho perso la quantità di ripetizioni di uchikomi che stavo facendo giorno dopo giorno.

Uno dei miei amici ha detto che qualcuno aveva bisogno di inventare un robot che continuasse a resistere a tutto ciò che lo lanci – ho subito pensato a un manichino alle prese.

Presto trovai una palestra di arti marziali miste dall’altra parte della città che offriva leggendari manichini alle prese.

Ho iniziato a fare centinaia e centinaia di ripetizioni dei miei lanci preferiti come Ippon seoi nage, double leg takedown e Te guruma (cavallo alto). Ho anche iniziato a lavorare sul mio gioco di controllo superiore facendo vari cambi di posizione mentre ero in cima e ho anche iniziato a fare la guardia con il manichino come riscaldamento.

Con l’avvicinarsi delle Olimpiadi, ho iniziato ad aumentare la mia forma fisica e il mio condizionamento con vari sprint e circuiti in collina. Per migliorare ulteriormente la mia tecnica di lancio e i livelli di fitness ho iniziato ad aggiungere lanci, takedown e esercizi di controllo superiore ai miei circuiti di fitness. Aggiungendo il lancio ai miei circuiti ho scoperto che la potenza che potevo generare quando lanciavo un avversario che resisteva aumentava semplicemente perché stavo esplodendo ripetutamente per lanciare il manichino.

Come istruttore di judo e jujitsu brasiliano, uso costantemente il manichino grappling come corpo extra se abbiamo numeri dispari in una classe. Alcuni anni dopo trovo ancora cose da fare con il mio manichino come chin up tenendo il manichino tra le gambe, push up, box jump e zercher squat. Più recentemente ho fatto domanda per i vigili del fuoco locali e come parte del test ho dovuto trascinare o trasportare un manichino da cento libbre per circa cento metri e quindi mi alleno con il mio manichino per superare il test.

Incoraggio vivamente i miei clienti a usare un manichino da grappling, (soprattutto se sono impegnati e non possono andare all’allenamento) perché se saltano l’allenamento possono ancora lavorare sul loro gioco di gambe, accelerare e aumentare la loro velocità di lancio nel comfort delle proprie case .

Ecco alcuni dei miei lanci preferiti che faccio usando il manichino. Di solito eseguo 1 lancio e poi eseguo 2 burpees dopo ogni lancio. Di solito provo per 20-50 tiri a set. Tu puoi fare:

– Ippon seoi nage (lancio a spalla)

– Koshi Guruma (glutei incrociati)

– Morote gari (doppia gamba)

– Una gamba sola nel trasporto dell’uomo di fuoco (Kata guruma)

– Osoto gari (Maggiore raccolto esterno)

– Juji gatme (barra del braccio)

– Sankaku jime (strangolare a triangolo)

– Zercher si accovaccia

– Stampa dall’alto

– Dummy trascina per 3 giri del dojo

Prova questi allenamenti e guarda la tua forma fisica e le tue capacità tecniche migliorare notevolmente.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *