L’hockey e la sua storia

Da quanto tempo esiste l’hockey? È in circolazione in una forma o nell’altra da quasi quanto la storia. In Etiopia sono state trovate prove che risalgono a 4.000 anni fa. In Grecia un tablet datato BC ritrae giovani che giocano a hockey su prato. Ci sono registrazioni e prove di questo gioco della palla e del bastone anche a Roma, Irlanda, Scozia, Egitto e Sud America. È stato chiamato con nomi diversi, ma l’idea è sempre la stessa. “Hockie”, come veniva chiamato in Irlanda secoli fa, è qui per restare.

Se hai fatto una visita in Inghilterra nel 17° o 18° secolo, potresti vedere una versione leggermente diversa e più caotica dell’hockey. I villaggi giocherebbero l’uno contro l’altro e potrebbe effettivamente essere l’intero villaggio. Da sessanta a cento giocatori in una squadra di hockey non erano rari. Le squadre cercherebbero di portare la palla nel terreno comune della squadra avversaria. Le partite di hockey richiedevano spesso diversi giorni per essere giocate e molti giocatori finivano con arti rotti e altre lesioni. Avevano arbitri, ma gli arbitri non potevano effettuare chiamate a meno che un giocatore o una squadra non glielo chiedessero.

Infine, è stato utilizzato un po’ di buon senso e sono state introdotte regole più severe. Un preside in Inghilterra ha limitato i suoi studenti a soli 30 giocatori in campo per ogni squadra alla volta. Nel 1860 l’Eton College of England scrisse effettivamente alcune regole. Poi, nel 1875, fu costituita l’Hockey Association e furono concordate più regole. Il campo in quel momento era lungo 200 metri e tutti i giocatori di ogni squadra correvano seguendo la palla. Ancora più struttura è stata aggiunta all’hockey con la formazione “piramidale” di 11 giocatori: un portiere, 2 difensori, 5 attaccanti e 3 metà. Agli arbitri è stata anche data l’autorità di effettuare chiamate senza che i giocatori glielo chiedessero.

Il primo anno in cui questo sport è stato praticato alle Olimpiadi è stato il 1908, quando agli uomini è stato permesso di giocare. Le donne non potevano competere alle Olimpiadi in questo sport fino al 1980. Ora ogni continente ha squadre e molti paesi inviano squadre a competere non solo alle Olimpiadi, ma anche alla Coppa del Mondo e al Trofeo dei Campioni.

Ci sono ancora molte varianti di questo sport che possono piacere a tutte le età, abilità e situazioni. Quindi, se sei interessato, cerca un campionato e partecipa.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *