L’evoluzione dell’uomo – La storia della caccia

Forse una delle attività più antiche sulla faccia del pianeta è la caccia. La storia della caccia, di conseguenza, è anche una delle più diverse. La caccia al cibo è sempre stata qualcosa che l’umanità ha dovuto fare, risalente all’inizio di tutte le civiltà conosciute dall’uomo.

Di conseguenza, ci sono state migliaia di armi e dispositivi usati per cacciare. La storia della caccia è molto più complicata di qualsiasi altra storia al mondo, poiché si estende così lontano nel passato. Per comprendere questa storia, è necessario analizzare e studiare ogni epoca in cui la caccia è stata una parte importante della vita. Sebbene ci siano linee temporali esatte di quando sono state prodotte determinate pistole o armi, la comprensione dell’importanza della caccia dovrebbe essere effettuata su una scala molto più ampia. C’è molto di più nella storia della caccia rispetto a quando è stata creata la pistola.

La prima era, pre-civiltà

In questo lasso di tempo, da prima delle grandi città ai primi inizi della civiltà di base, la razza umana è sopravvissuta grazie alle sue abilità di scavenging e caccia. Nelle culture simili a quelle della prima era e della pre-civiltà, le donne avevano il compito di prendersi cura della casa e preparare il cibo portato dagli uomini. Alcune parti dell’Africa moderna hanno condizioni simili a questa, in cui non hanno una grande quantità di denaro e uno stile gerarchico simile. Tutti gli uomini hanno imparato a cacciare e hanno tenuto queste cacce ogni giorno per nutrirsi. A differenza di oggi, tutta la caccia era per la sopravvivenza e nessuna per lo sport. È stato utilizzato tutto il materiale degli animali uccisi, dalle ossa alla pelle. La caccia era anche un metodo per determinare chi fosse il guerriero più coraggioso. I più coraggiosi cacciavano le feroci creature che vivevano vicino alle loro case. Queste uccisioni erano una parte vitale delle prime gerarchie.

Durante quest’epoca fu usata un’ampia varietà di armi diverse, dalle fionde alle lance realizzate in legno e pietra. Per le grandi prede, i cacciatori lavorerebbero insieme in branchi, in modo simile a come caccia un lupo per abbattere la loro preda. Gli unici trofei conservati erano corna e denti. Occasionalmente i teschi venivano tenuti come decorazione o come simboli del clan o del gruppo familiare. Questa più antica forma di caccia è stata la base su cui si è formato il presente.

La seconda era, la crescita della civiltà

Quando le persone si riunirono e la civiltà iniziò davvero, anche il ruolo degli uomini come cacciatori cambiò. Le città, per loro stessa natura, richiedono una varietà di persone con molte competenze. Dovevano esserci artigiani e tessitori, allevatori di animali e altri mestieri in modo che tutti potessero avere accesso a tutto ciò di cui avevano bisogno. Invece della divisione tra uomini e donne, la caccia divenne compito dei più adatti alla caccia. Di solito erano sempre uomini, poiché era disprezzato che le donne partecipassero a questa linea di lavoro.

Questo è stato anche il punto di svolta in cui la caccia è diventata uno sport. Le civiltà, come i babilonesi, gli egiziani e i romani, avevano tutte i loro cacciatori e artigiani. I romani portarono la caccia come sport a un livello completamente nuovo, catturando prede vive per la vendita o gare di gladiatori. Solo alcuni individui erano cacciatori, consentendo agli uomini selezionati di nutrire quelli nella loro comunità.

La Terza Era, Il Medioevo

Forse uno dei periodi più interessanti nella storia della caccia, è il medioevo. Questo è il periodo in cui la caccia al cibo era una parte vitale della vita di molti, sebbene limitata. Le regole sulla caccia, come il divieto di caccia nella Foresta del Re, furono le prime vere restrizioni alla caccia presenti nel mondo. Solo i ricchi prosperavano e le classi di surf cacciavano tutto ciò che potevano, quando potevano per sopravvivere. La caccia, dal cinghiale al cervo alla caccia alla volpe, divenne sport primario per la nobiltà dell’epoca. Nasce così il trend delle cacce organizzate per lo sport.

I coloni del Nuovo Mondo richiedevano quante più abilità di caccia possibili, durante questo periodo di tempo, sebbene progredissero rapidamente dall’affidarsi al saccheggio e alla caccia alla creazione di fattorie e piantagioni. Le armi popolari per l’uso nella caccia durante questo periodo di tempo erano forme di tiro con l’arco, fionde e lance da lancio. Fu usata anche la pistola, sebbene non avesse ancora raggiunto i pieni livelli di popolarità.

La quarta era, il periodo industriale

Sulla scia del medioevo c’era il periodo industriale. Questa era si estende da oltre il 1700 fino a poco dopo l’inizio del 1900. L’evoluzione delle macchine ha portato grandi cambiamenti nella caccia. Divennero molto popolari le grandi fattorie, dove si allevava il bestiame invece della pratica della caccia agli animali selvatici, declassando la caccia a solo un tempo passato. Le pistole, dai moschetti ai fucili, dovevano essere ampiamente utilizzate. Il tiro con l’arco è stato declassato solo per uso sportivo, sebbene fosse molto popolare per le prove di abilità.

Oggi

Attraverso queste fasi della storia della caccia, l’uomo ha perfezionato questa attività, con una vasta gamma di armi. Gli arcieri, ad esempio, hanno molti tipi di archi tra cui scegliere. Le frecce sono abbondanti quanto gli archi, dal metallo al legno, con molti diversi tipi di punte. Le pistole si sono evolute allo stesso modo, con molti tipi di proiettili e pistole per diversi tipi di caccia. Fucili e attrezzature speciali progettati per la caccia all’alce, ad esempio, non sarebbero gli stessi delle forniture per la caccia al cervo.

La caccia competitiva, come la caccia alla volpe, è ancora molto apprezzata da molte persone che preferiscono un po’ più di azione alla loro caccia. Nel mondo moderno, la sicurezza e l’abilità sono i requisiti per la caccia, ed è aperto a chiunque sia disposto a imparare a maneggiare correttamente le armi e ottenere tutti i documenti necessari per cacciare. Sono state sviluppate norme sulle armi e sulla caccia per impedire l’estinzione delle specie. Sebbene la caccia sia ancora molto popolare, i giorni nostri hanno molte più restrizioni rispetto a qualsiasi altra epoca nella storia della caccia.

Ognuna di queste epoche della storia della caccia ha fatto molto per lo sport e il commercio, conferendole un ricco patrimonio che non va dimenticato.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *