L’evoluzione del softball

La prima partita di softball mai giocata fu il giorno del Ringraziamento nell’anno 1887. Dopo una partita di football tra Yale e Harvard, in particolare durante il pagamento delle scommesse, un uomo di Yale lanciò un guantone da boxe ai laureati di Harvard, uno dei quali colpì il guanto con manico di scopa che dà origine al gioco del softball.

Inizialmente un gioco indoor

George Hancock, uno degli alunni di Harvard e Yale, ha legato un guantone da boxe a forma di softball e ha proceduto a disegnare un diamante da softball con un gesso sul pavimento del club nautico. Poiché il guanto trasformato in softball era morbido, i giocatori non indossavano ancora i guanti. Così è nata la prima partita di softball che si è conclusa con il punteggio di 41-40.

Poco dopo, Hancock annotò le regole del gioco del softball e si avvicinò con una mazza da softball e con la punta di gomma. Ha anche segnato linee di fallo permanenti sul pavimento del club nautico.

Presto divenne uno sport all’aria aperta

Il softball è diventato uno degli sport preferiti durante quell’inverno a Chicago. Il nuovo sport è diventato un modo per i giocatori di baseball di continuare ad allenarsi anche durante la stagione invernale. Ben oltre la stagione invernale, il softball è stato portato all’aperto dove si è giocato in campi molto più piccoli dei diamanti da baseball.

L’evoluzione e lo sviluppo del softball, tuttavia, furono attribuiti a un maresciallo dei vigili del fuoco di nome Lewis Rober. Rober ha usato lo sport relativamente nuovo per impedire ai suoi vigili del fuoco di Minneapolis di annoiarsi mentre aspettavano i pompieri.

In un lotto adiacente alla caserma dei pompieri, Lewis Rober ha segnato un campo da softball dove i vigili del fuoco trascorrevano il loro tempo giocando a questo sport. Rober scoprì presto che le palle più grandi e morbide accoppiate ai campi più piccoli creavano uno sport che aveva più attacco e più azione rispetto al baseball. Ha stabilito come regola di limitare il gioco a sette inning in modo da consentire il completamento del gioco in un’ora.

Molto presto, le partite di softball furono organizzate tra le caserme dei pompieri, attirando fino a 3.000 spettatori e portando a un proliferare di partite di softball nei parchi e nei campi da gioco di tutta la città. Entro l’anno 1913, il softball fu ufficialmente adottato come sport dal Minneapolis Park Board.

È diventato uno sport internazionale

Il gioco si è diffuso da Chicago a Milwaukee e poi nel Midwest e in Canada. Luoghi diversi avevano regole e strumenti leggermente diversi. Ad esempio, il gioco è stato chiamato in altri luoghi con altri nomi come palla di cavolo, palla di zucca o palla di poltiglia. Fu solo nel 1926 che il nome softball fu impostato come nome ufficiale di questo sport.

Fu solo nell’anno 1933 che le regole del softball furono standardizzate dalla Amateur Softball Association. Sono state stabilite le dimensioni della palla e del campo, nonché le distanze tra le basi. Sono state inoltre definite le partite di softball a passo veloce ea passo lento.

Per quanto riguarda l’abbigliamento da softball, i primi anni del softball avevano i giocatori che indossavano maglione e pantaloni. Oggi, i giocatori di softball indossano magliette di nylon con magliette, pantaloni, tacchetti da softball e calzini da softball. I cappellini sono obbligatori per i campionati maschili a passo veloce. Le punte di metallo sulle tacchette da softball sono vietate.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *