Le posizioni delle corse di cavalli influenzano il risultato di una gara

I punti di velocità sono spesso usati per determinare dove correrà un cavallo o cercherà di posizionarsi durante le prime fasi di una corsa. I punti di velocità sono stati il ​​frutto di un handicapper di nome Quirin che ha sviluppato un metodo semplice ma molto utile per determinare dove corrono i cavalli durante la prima parte di una corsa. Se hai handicappato per un po’, probabilmente conosci i punti di velocità e anche che la velocità iniziale è fondamentale, anche nelle gare lunghe.

Il vecchio detto “il ritmo fa la corsa” è spesso vero. Tuttavia, ritmo, velocità e posizione non sono tutti uguali. Diciamo che hai un cavallo con il punteggio di velocità massima di 8. Ciò significa che il cavallo è un corridore in testa e si impegnerà molto per arrivare in testa e stare davanti a tutti gli altri cavalli. Il cavallo non vuole vedere un altro cavallo davanti a sé.

L’unico problema è che mentre questo vuole essere in testa, il suo miglior tempo in un quarto di miglio, la prima frazione di gara, è di soli 24 secondi. Ci sono altri cavalli in gara con velocità anticipata che possono correre il quarto in 23. Ora cosa succede a quel cavallo in corsa davanti? Spesso si logorerà cercando di arrivare in cima e poi svanirà nelle fasi successive della gara a meno che il fantino non possa rallentarlo, facendolo “sistemare”, come viene chiamato. Tuttavia, i primi corridori con punti di velocità di 8 raramente vogliono accontentarsi di meno rispetto ai primi.

Le prime battaglie di velocità ammorbidiscono i primi corridori e i primi tipi di velocità in modo che i cavalli che escono dal ritmo a volte possano superarli nel tratto e vincere. Quindi confrontare i punti di velocità con le cifre del ritmo effettivo è un buon modo per determinare chi potrebbero essere i veri contendenti in gara. Troverai spesso cavalli con punti ad alta velocità che non sono in grado di mantenere il ritmo veloce della corsa che sono più puntati, aprendo la possibilità di trovare un altro cavallo con più o possibilità di vincere con buone quote.

Posizione e abilità vanno di pari passo e uno gioca contro l’altro. Ovunque un cavallo voglia correre in gara, deve avere la capacità di correre effettivamente lì e competere contro gli altri corridori in quella parte del campo per finire bene. Se impari a suddividere il campo in base a dove vogliono correre, in base ai punti di velocità, quindi confronta i loro valori di andatura effettivi, troverai spesso un cavallo in ogni posizione, davanti, al centro, dietro, che sembra avere un vantaggio .

Troverai spesso l’esatta tra questi cavalli e talvolta anche la tripletta.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *