La storia della mountain bike e dello Schwinn "Klunker"

Per molti, la parola “Klunker” connota un oggetto grande, pesante, massiccio e alquanto goffo. La “Klunker” era in realtà un modello di bicicletta creato dall’azienda Schwinn alla fine degli anni ’70 per rispondere al desiderio di andare in fuoristrada o “Mountain Biking”.

Schwinn ha una storia di sviluppo di biciclette robuste, pesanti e di lunga durata. La storia dell’azienda Schwinn risale a poco prima dell’inizio del XX secolo, a Chicago. Il centro dell’universo delle biciclette si trovava lì e c’erano oltre 30 produttori di biciclette che producevano circa un milione di biciclette all’anno dal 1900 al 1905. Sfortunatamente per loro, l’automobile stava diventando più popolare così come le motociclette. Ci fu un forte calo delle vendite di biciclette fino al 1910.

Sebbene molti produttori di biciclette abbiano cessato l’attività, alcuni sono sopravvissuti, incluso Schwinn. Negli anni ’30, Schwinn progettò una bicicletta che somigliava di proposito alla famosa motocicletta. Aveva un telaio in acciaio, ruote in acciaio e enormi pneumatici a palloncino. Era robusto e costruito per durare, e quelle caratteristiche erano più importanti dell’essere leggero, a quel tempo.

Schwinn ha continuato a produrre biciclette in acciaio, sebbene Europa e Giappone abbiano iniziato a sperimentare metalli leggeri nei loro progetti. Negli anni ’70 in California, i ragazzi iniziarono a modificare la bici Schwinn Sting Ray e iniziarono a tenere gare fuoristrada. Questo stile di ciclismo fuoristrada divenne noto come “Mountain Biking” e le attrezzature utilizzate furono chiamate “Mountain Bikes”. Schwinn ha modificato una delle sue bici Sting Ray aggiungendo un cambio a 5 velocità e l’ha soprannominata “Klunker”. A causa delle sue ruote a palloncino e del pesante telaio in acciaio, il Klunker è diventato sinonimo di oggetti pesanti e goffi.

Anche i produttori di biciclette europei e giapponesi hanno modificato le loro biciclette leggere per soddisfare la nuova rabbia del ciclismo fuoristrada. Schwinn pensava che sarebbe stata una moda passeggera e all’inizio ignorò il mercato. Quando i trucchi della bici freestyle, noti come BMX sono diventati popolari, Schwinn lo ha definito un comportamento “non sicuro” e “pericoloso”. Sia le mountain bike che la BMX erano qui per restare e Schwinn iniziò ad adattarsi a tardi per cogliere la maggior parte dell’aumento delle vendite di biciclette negli anni ’70.

Oggi, la bicicletta Schwinn è ricordata per la Sting Ray e per le biciclette ben costruite e di lunga durata degli anni ’50 e ’60. La generazione più giovane ha una visione diversa di Schwinn e riconosce a malapena il nome. Il “Klunker” non è più conosciuto come una parola associata al produttore di biciclette. È un termine che la generazione più anziana può facilmente identificare e che la generazione più giovane non ha mai usato.

Schwinn ha dichiarato bancarotta nel 2001 e il loro nome e i loro beni sono stati acquistati da altri produttori di biciclette. Sfortunatamente, gli attributi di qualità e di lunga durata associati a quel nome non hanno più alcun significato nel mondo del ciclismo, oggi.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *