La festa di squash

Lo squash è pieno di eccitazione. È un gioco caratterizzato da accese manifestazioni di ogni combattente. Colpi offensivi vengono lanciati da quasi ogni dettaglio del campo. I fan sono trattati per una festa traboccante di melodie allegre.

I colpi diretti vengono consegnati in modo da colpire la parete frontale più in basso del solito. Viene prodotto un colpo mortale quando la palla arriva a contatto con la parete frontale così in basso da rimbalzare due volte prima di raggiungere la linea di servizio. Un altro obiettivo dei tiri diretti è raggiungere aree del campo che l’altro giocatore avrà difficoltà a coprire. I colpi che rendono l’avversario non in grado di restituire la palla con successo sono contrassegnati come tiri di passaggio lungo la linea e sul campo incrociato.

Ci sono colpi chiamati pinches e splats che prendono di mira principalmente la parete laterale prima di avere uno stint con la parete anteriore. Questi colpi fanno rimbalzare la palla due volte in modo rapido, rendendola quindi un’arma potente per concludere uno scambio. I pizzichi di solito entravano in contatto con la parete laterale andando verso la parte anteriore del campo. Lo splat è una variante allungata del pinch che prende di mira la parete laterale che porta alla zona posteriore del campo.

Inoltre, i pinch possono essere classificati come reverse o frontside. Un giocatore destrorso che esegue un dritto all’angolo anteriore corretto sta eseguendo una presa sul lato anteriore mentre un tiro di diritto all’angolo sinistro può portare a una presa inversa. Un giocatore destrorso effettua un pinch frontside di rovescio quando arriva all’angolo sinistro e un doppio pinch al contrario quando è orientato verso l’angolo destro. Per i giocatori mancini si applicano le condizioni contrarie alle menzionate.

Andando avanti, il dink è una carica offensiva che viene applicata per concludere un punto. È un tiro molto morbido che prende di mira l’area inferiore della parete frontale. L’efficacia di questo tiro consiste nella sua capacità di far rimbalzare la palla due volte prima che l’avversario possa raggiungerla. È comunemente utilizzato nei casi in cui l’avversario si trova in profondità nel campo.

Il tiro Z serve per confondere e stancare il giocatore avversario. Si ottiene effettuando un colpo forte e alto alla parete laterale facendo colpire la palla davanti, poi sull’altra parete laterale e infine di nuovo sulla parete laterale originale. Se questa tecnica offensiva è eseguita nel modo giusto, il percorso della palla manifesterà una forma a Z. Può essere caratterizzato da rimbalzi confusi che possono effettivamente scaldare il giocatore avversario.

Il CB Pinch è una mossa offensiva che può servire come attacco a sorpresa. Può essere eseguito come reazione veloce a un tiro dal soffitto che si traduce nella parte anteriore della linea di servizio subito dopo il rimbalzo della palla sul pavimento. Inoltre è caratterizzato da un rimbalzo sul pavimento con la palla pronta a colpire dolcemente e rapidamente uno dei due angoli davanti alla linea di servizio. Poiché viene eseguito immediatamente dopo un rimbalzo sul pavimento del soffitto, il pizzico CB rende indifesa la posizione posteriore dell’avversario mentre il giocatore si precipita in avanti per effettuare il tiro.

Lo squash è un gioco molto dinamico. Un colpo può cambiare le cose, quindi i giocatori devono essere veloci in ogni risposta che devono dare.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *