Immersioni subacquee nel lago Malawi, uno dei migliori luoghi di immersione in acqua dolce al mondo

Mentre il sole tramonta sulla superficie scintillante del lago Malawi, tre subacquei emergono vicino allo sperone roccioso dell’isola di Masimbwe, un sito di immersione al largo dell’isola di Likoma nel lago Malawi. Pieni di eccitazione tornano alla barca, si tolgono il kit e discutono dei pesci che hanno avvistato durante il breve viaggio di ritorno a riva. Con spiagge bianche incontaminate e acque cristalline che si estendono a perdita d’occhio, ti ricordi continuamente a te stesso che non ti stai immergendo nei Caraibi, ma nel terzo lago più grande dell’Africa. Insieme a oltre 1000 diverse specie di pesci ciclidi, oltre a pesci gatto e persino lontre, non sorprende che il lago Malawi sia stato citato come uno dei migliori luoghi di immersione in acqua dolce al mondo.

Il Malawi è un paese senza sbocco sul mare nella regione meridionale dell’Africa e confina con la Tanzania a nord, lo Zambia a ovest e il Mozambico a est ea sud. Il paesaggio è dominato lungo il suo lato orientale dal terzo lago più grande dell’Africa e il nono più grande del mondo. Il Lago Malawi è conosciuto come il Lago delle Stelle, per la sua impressionante capacità di rispecchiare le costellazioni della stella di notte nelle sue acque fresche e cristalline. Il lago è di notevole importanza per il Paese non solo come mezzo di trasporto ma anche come fonte di cibo e acqua. Come subacqueo, il suo significato risiede nella sua straordinaria abbondanza di diverse specie di pesci, che lo rendono l’ambiente di acqua dolce più biologicamente diversificato al mondo.

Il lago Malawi contiene una maggiore varietà di specie indigene (circa 1000) di pesci ciclidi rispetto a qualsiasi altro lago. I ricercatori hanno identificato fino ad oggi oltre 500 specie endemiche del lago Malawi, che è più di tutte le specie d’acqua dolce che si trovano in tutte le acque sia dell’Europa che del Nord America. I Ciclidi del Lago Malawi, forse anche più dei Ciclidi degli altri due laghi della spaccatura, Victoria e Tanganica, sono colorati e modellati. I ciclidi si sono evoluti da una singola specie comune nelle centinaia che si trovano oggi, coesistenti all’interno dell’ecosistema lacustre. Le specie variabili hanno sviluppato tecniche di alimentazione differenziale per massimizzare la produttività. Alcune specie hanno sviluppato denti specializzati nel raschiare le alghe dalle rocce o dalle piante acquatiche. Altri usano una tecnica di filtrazione della sabbia per setacciare animali acquatici o invertebrati dalla sabbia. Si trovano anche specie specializzate nel consumo di lumache, piante e pesce.

Uno dei fenomeni più affascinanti visti in immersione è la natura protettiva degli allevatori di bocca, resa famosa dalla serie di documentari della BBC ‘Planet Earth’. I Ciclidi del Lago Malawi sono tra un numero relativamente piccolo di pesci che si prendono cura e proteggono la loro prole. Le madri portano le uova e le friggono in bocca finché i giovani non sono abbastanza grandi da cavarsela da soli. Anche in questa fase, in molte specie, gli avannotti rimangono vicini alla madre in un branco stretto quando, al primo segnale di pericolo predatorio, apre la bocca e tutta la covata viene messa in salvo. Nel caso di molti degli allevatori di bocca, i maschi non esibiscono cure parentali; dopo la deposizione delle uova, si spostano per trovare un’altra femmina. Spesso i subacquei possono vedere i maschi scavare grandi fosse di deposizione delle uova – grandi crateri rotondi – nella sabbia, a una profondità dell’acqua di circa 2-20 metri (6-65 piedi), per attirare altre femmine.

Altre specie nel lago Malawi hanno sviluppato alcuni adattamenti di caccia davvero unici, che le rendono divertenti da osservare durante le immersioni. Almeno due specie attirano piccoli pesci nel raggio d’azione fingendo la morte e giacciono immobili nella sabbia! A questi è stato dato il soprannome di “Il pesce morto”. Uno dei pesci più grandi che si possono vedere durante le immersioni è il Kampango. Crescendo fino a 2 m di lunghezza, il Kampango è un grande pesce gatto predatore endemico del lago Malawi, che si trova dal corso inferiore dei fiumi alle parti abitabili più profonde del lago. Predatore notturno, si nutre principalmente di piccoli ciclidi. I giovani si nutrono principalmente di uova rilasciate dalla femmina e, quando è leggermente più grande, il maschio aiuta i piccoli a cercare gli invertebrati dentro e intorno al sito di nidificazione, che entrambi i genitori difenderanno. Se sei abbastanza fortunato da trovare una coppia di pesci gatto con i bambini, vedrai pesci gatto in miniatura perfettamente formati – fino a 80 di loro in un nido! Il Kampango è curioso e si avvicinerà ai subacquei che entrano nel suo territorio, in particolare durante la riproduzione.

Il lago Malawi è un ambiente di acqua dolce; di conseguenza non c’è crescita di corallo sulle barriere coralline. Tuttavia, ciò non significa che non ci sia vita vegetale. Il lago Malawi vanta un genere endemico e una specie di spugna d’acqua dolce, Malawispongia echinoides. Questo piccolo animale coloniale non si trova da nessun’altra parte sulla terra.

Circa un terzo della costa dei laghi è rocciosa, che ospita i ciclidi vegetariani, gli Mbuna, e occasionalmente l’anguilla d’acqua dolce. Queste formazioni rocciose sottomarine creano splendidi siti di immersione tra cui innumerevoli passaggi per nuotare e pareti di discesa. Il resto del litorale è caratterizzato da spiagge e fondali sabbiosi. È qui che risiede la maggior parte dei piscivori di mare aperto (mangiano altri pesci), chiamati Haps. Alcune specie di Ciclidi abitano il fondo fangoso e cosparso di erbacce dove i fiumi più grandi sfociano nel lago.

Il lago Malawi è insolito in quanto non ha maree o correnti significativamente forti, il che lo rende un ambiente perfetto per l’allenamento in acque libere. Le immersioni sono possibili tutto l’anno. Tuttavia, tra agosto e novembre, il lago è più calmo, con pochissimo vento. La temperatura dell’acqua può salire fino a 30 gradi Celsius durante questo periodo, con una visibilità fino a 20 metri. Con queste condizioni, le mute da 3-5 mm con sistemi di peso minimo o nullo sono perfettamente adatte in questo paradiso d’acqua dolce. Dato che il lago Malawi si trova a quasi 500 metri sul livello del mare, sono necessarie procedure speciali per le immersioni in quota.

L’immersione notturna è sicuramente considerata un’esperienza unica nel lago. I delfini, che non assomigliano per niente al loro nome, possono essere visti usare la luce della torcia dei subacquei per facilitare un pasto facile. Si possono anche vedere numerosi pesci gatto diversi che salgono dalle profondità delle loro tane diurne in cerca di cibo. Nelle acque meno profonde si possono trovare una miriade di granchi blu sul fondale sabbioso, mentre un occhio acuto può avvistare minuscoli gamberetti d’acqua dolce situati dentro e intorno ai massi rocciosi.

Per quei giorni in cui i subacquei preferiscono rimanere in superficie, c’è sempre qualcosa da fare sul lago Malawi. Kaya Mawa, un premiato lodge sull’isola di Likoma, offre attività per i suoi ospiti, come vela, kayak, biciclette, sci nautico e wakeboard, gite in barca intorno all’isola e tour in quad. Per la stagione 2012 è stata aperta anche la prima scuola di kitesurf del Malawi. Per gli appassionati di birdwatching, il Lago Malawi è un paradiso per centinaia di specie. Se sei fortunato, potresti avvistare il becco di cera cremisi, che si trova solo sull’isola di Likoma, o la maestosa aquila pescatrice, che si precipita verso il basso per catturare la sua preda.

Ci sono diverse compagnie aeree internazionali che volano in Malawi, tra cui South African Airways, Kenyan Airways, Air Malawi e Ethiopian Airways. Il trasporto interno è possibile con autobus, taxi, auto a noleggio, compagnie di volo interne (Ulendo Airlink) e il traghetto Ilala, che percorre un percorso continuo intorno al lago.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *