Il Mar Rosso in Egitto per le immersioni subacquee

Per molti europei, viaggiare nel Mar Rosso per fare immersioni è come molti nordamericani che vanno ai Caraibi. Per un subacqueo con sede in Nord America o in qualsiasi altro luogo al di fuori dell’Europa o dell’Africa, un viaggio nel Mar Rosso è considerato uno dei viaggi subacquei più esotici. Come altri viaggi all’estero, arrivare alla destinazione finale è la cosa più difficile. Il Mar Rosso può essere immerso dai porti sia in Egitto che in Israele, ma la maggior parte dei subacquei internazionali lo fa dalla parte egiziana. Ci sono due principali aree per le immersioni subacquee in Egitto, Sharm El Sheikh e Hurghada. Sharm El Sheikh, nella parte settentrionale del Mar Rosso, è il centro più affermato essendo stata una popolare area di villeggiatura poiché sia ​​gli egiziani che gli europei sono stati qui per molti anni. L’industria locale delle immersioni subacquee è cresciuta insieme alla crescita costante e generale di resort di classe, negozi e altri servizi turistici a Sharm El Sheikh. Hurghada, un tempo solo un sonnolento villaggio di pescatori lungo il lato occidentale del Mar Rosso, sta iniziando a crescere mentre i subacquei scoprono questa alternativa a Sharm El Sheikh.

Molto probabilmente, i viaggiatori diretti a Sharm El Sheikh o Hurghada dovranno volare al Cairo prima di collegarsi con Egypt Air o prendere un autobus per la loro destinazione finale. Molti subacquei trasformano il loro viaggio di immersione nel Mar Rosso in un’importante vacanza prolungata sia per immergersi che per vedere i tanti meravigliosi siti dell’antico Egitto come le piramidi. Ci sono molte cose da vedere e da fare in Egitto oltre alle antiche rovine, inclusi musei, mercati e crociere sul fiume Nilo. Quindi si consiglia vivamente di fare qualche ricerca e pianificare di conseguenza qualsiasi viaggio in Egitto poiché non si vorrebbe incappare nella situazione in cui non è stato assegnato abbastanza tempo per vedere tutto ciò che si vuole vedere lì oltre alle immersioni subacquee.

Molti degli operatori subacquei a Sharm El Sheikh sono affiliati o vicini a un resort alberghiero. La maggior parte dei negozi di immersione sono in realtà di proprietà e gestiti da europei che lavorano in Egitto. Questo è simile alla situazione nei Caraibi, dove molti degli operatori subacquei sono di proprietà americana. Il Mar Rosso ha un contenuto di sale più elevato rispetto alle acque caraibiche, quindi si consiglia di aggiungere da 4 a 5 libbre in più alla quantità di peso solitamente utilizzata dai subacquei. Come la maggior parte delle immersioni europee, la comunità subacquea qui in Egitto utilizza il sistema metrico, quindi i pesi saranno in chili mentre la pressione dell’aria sarà in bar. La maggior parte dei computer da immersione dovrebbe essere in grado di visualizzare sia i sistemi metrici che quelli imperiali.

Molti operatori subacquei a Sharm El Sheikh utilizzano un sistema molto interessante per le bombole. Invece di usare i propri carri armati, le loro barche da immersione vanno su una chiatta centrale comune ancorata nel porto. È qui che vengono rifornite tutte le bombole e le barche per immersioni raccolgono il numero di bombole di cui hanno bisogno per le immersioni giornaliere. Alla fine dei viaggi, i carri armati usati vengono lasciati sulla stessa chiatta prima di tornare in porto.

La maggior parte delle immersioni nel Mar Rosso sono immersioni in semi deriva in cui le barche da immersione lasciano i subacquei nei siti di immersione e poi li raccolgono in seguito. Un aspetto molto diverso del Mar Rosso rispetto ad altre destinazioni di immersione nel mondo è che le barriere coralline qui possono estendersi fino a profondità molto basse. Di conseguenza, le soste di sicurezza standard a 15 piedi vengono effettuate alla deriva tra molte di queste scogliere in pendenza insieme alla vita marina che l’accompagna. Pertanto, queste sono alcune delle soste di sicurezza più panoramiche che i subacquei possano mai fare. Questo è certamente diverso dalla solita blanda sosta di sicurezza nei Caraibi. Una cosa da notare è che la profondità massima consentita per i subacquei ricreativi in ​​Egitto è di 30 metri che è di circa 90 piedi.

Come previsto, la vita marina nel Mar Rosso è spettacolare. Ci sono molte specie di pesci, crostacei e piante marine qui che non si trovano nei Caraibi. In effetti, molti di loro sono originari solo del Mar Rosso. Mentre i pesci leone possono essere avvistamenti estremamente rari altrove, sono piuttosto abbondanti nel Mar Rosso, che è una vera delizia per i subacquei. Inoltre, non è insolito saltare in acqua per trovarsi in mezzo a un grande banco di tonni o altri pesci. Molti subacquei notturni vedranno le barriere coralline qui più spettacolari che nei Caraibi.

Per molti subacquei, il Mar Rosso è una di quelle destinazioni “da immergersi almeno una volta nella vita”. È un posto davvero unico per immergersi soprattutto con lo sfondo del deserto visibile dalle barche per le immersioni. L’eccellente immersione con i molti luoghi meravigliosi dell’Egitto rendono il Mar Rosso un viaggio di immersione da sogno per ogni subacqueo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *