Il futuro dello skateboard

Dove siamo stati, dove siamo ora e dove sta andando lo skateboard?

L’inizio

Se cercheremo di capire il futuro, probabilmente è una buona idea tornare prima e vedere come è iniziata questa cosa.

Tutto ebbe inizio negli anni Cinquanta, quando i surfisti californiani iniziarono ad attaccare le ruote dei pattini a rotelle alle assi di legno ea cavalcare per le strade locali. I produttori di skateboard iniziarono a nascere nei primi anni Sessanta e nacque un nuovo stile di vita.

Le ruote da skateboard in uretano sono state inventate nel 1972 e sono ancora utilizzate oggi. La metà degli anni ’70 ha visto apparire i primi skateboard park che naturalmente hanno generato nuovi stili di guida, nuovi trucchi e nuove tavole quando gli skater sono diventati verticali. Sempre a metà degli anni ’70, una nuova scena competitiva è nata quando una gara di slalom e freestyle si è tenuta all’Ocean Festival di Del Mar, in California. Il famoso team Zephyr ha rivoluzionato il mondo dello skateboard con il suo nuovo approccio aggressivo al pattinaggio freestyle. Nel 1978 lo skate trick più famoso di tutti, l'”Ollie”, fu inventato da Alan Gelfand (gli anni ’70 furono un grande decennio per lo skate).

Gli anni ’80 sono stati un decennio relativamente lento per lo skateboard, anche se c’è stata una spinta che è arrivata con la popolarità del videoregistratore quando sono stati introdotti i primi video di skateboard. Il video show di Bones Brigade è stato particolarmente popolare e ha reso Steve Caballero, Tony Hawk, Mike McGill, Lance Mountain, Rodney Mullen, Stacy Peralta e Kevin Staab nomi familiari tra la confraternita di pattinaggio.

I primi Extreme Games si sono svolti a Rhode Island nel 1995 e la competizione di skateboard ha ricevuto molta attenzione portando a un maggiore interesse per lo sport e ne ha innalzato il profilo nella comunità più ampia. Lo skateboard faceva anche parte dei primi giochi di Winter X nel ’97 e lo skateboard competitivo era davvero diventato mainstream.

La cosa più importante che ha colpito lo skateboard negli anni 2000 è l’enorme popolarità della console per videogiochi. I giochi di skateboard si prestano bene al formato e negli anni 2000 ci sono stati videogiochi di grande successo ogni anno. Una nuova generazione di skater è nata quando i bambini hanno scambiato i loro controller per console con quelli veri.

Il futuro dello skateboard

Lo skateboard competitivo si affermerà come uno sport mainstream legittimo più o meno allo stesso modo del surf e della cultura del surf. Solo pochi decenni fa, i surfisti erano considerati reprobi inaffidabili. Al giorno d’oggi i genitori non ci pensano due volte a girovagare nei negozi di surf che esistono in ogni centro commerciale e a caricare vestiti con etichette di surf per la loro prole, che potrebbe non sapere nemmeno che aspetto ha una spiaggia. Kelly Slater, Mick Fanning, Rip Curl, Quiksilver e Billabong sono tutti marchi globali affidabili ora. Che ti piaccia o no, fai attenzione che il pattinaggio vada allo stesso modo. Vedremo trucchi strabilianti che sfruttano energia e atletismo che oggi sembrerebbero inimmaginabili. Gli eroi dello skate diventeranno mainstream e si aspettano di vedere una scena competitiva globale molto più avanzata. Ancora una volta è istruttivo dare un’occhiata al percorso del surf. La scena competitiva del surf ha vacillato per decenni prima di mettersi in gioco alla fine degli anni ’80, quando è stato compiuto il passo coraggioso per dare il controllo definitivo dello sport a un unico organo di governo. È stato introdotto un nuovo formato uomo a uomo e i concorsi sono stati portati sulle migliori onde nel periodo migliore dell’anno. Il bene generale dello sport ha finalmente superato il campanilismo e l’interesse commerciale e le gare povere e non competitive sono state scartate. Ora, il surf ha raggiunto il successo: ha una scena competitiva sofisticata e multilivello con un’enorme copertura mediatica. Il pattinaggio può andare allo stesso modo? Sì, se lo permette.

Quando si tratta di rampe e skate park locali, aspettati pareti più grandi, bocce più grandi e altro ancora. Man mano che l’attuale generazione di pattinatori cresce e arriva il suo turno di avere voce in capitolo nelle spese comunali e nelle infrastrutture, beh, è ​​una buona notizia per gli skater a cui piacciono i park e le rampe.

La tecnologia avrà un impatto sugli skateboard nello stesso modo in cui colpisce tanti altri prodotti. Appariranno materiali più resistenti e leggeri e la rapida distribuzione delle informazioni significa che il design di bordo e camion avanzerà ancora più velocemente. L’impatto di Internet è sia una sfida che un’opportunità per il negozio di skateboard locale. I tassi di crescita dell’e-commerce sono enormi e sempre più persone sono desiderose di acquistare skateboard online. Il web consente un modello di distribuzione che avvicina di fatto il consumatore al magazzino dello skateboard. Se desideri i vecchi tempi della tavola di legno degli anni ’70, allora questo potrebbe non fare molto per te, ma se sei un bambino con un budget limitato, sono tutte buone notizie. Aspettati prodotti migliori e tecnicamente più avanzati a prezzi inferiori.

Se lo skateboard segue le stesse linee di altri mercati, allora potremmo assistere a un ulteriore consolidamento tra i grandi marchi, simile all’acquisizione del Settore 9 da parte di Billabong. Altri grandi attori nel mercato dello skateboard di oggi sono marchi come Birdhouse, Girl, Zero, Plan B, Element e Cieco. C’è una buona possibilità che potremmo vedere una grande azienda acquistare una scuderia di grandi marchi di skate per ottenere il vantaggio in termini di prezzo che deriva dal volume, il che può ovviamente aiutare con il prezzo dei prodotti ma non sempre si traduce in design e creatività originali del prodotto (quando è stato il l’ultima volta che Ford o GM sono usciti con un prodotto interessante?). In qualsiasi mercato, se i grandi diventano più grandi, allora si presentano opportunità per i piccoli attori di ritagliarsi la propria nicchia per i mercati locali e gli acquirenti meno attenti al marchio.

L’acero è ancora il materiale da costruzione premium per le tavole, ma sicuramente si avvicina il giorno in cui l’acero sarà sostituito, almeno per alcuni stili di tavola. Nuovi stili di tavole continueranno ad emergere: l’umile skateboard dei primi tempi si è già evoluto in longboard, cruiser, tavole retrò, tavole da biliardo, old school e mountain board. Oltre a camion più leggeri e robusti e ruote di migliore qualità, ci saranno nuove forme del piano di coperta e opere d’arte originali.

Quindi ecco qua, una rapida occhiata al passato e una sbirciatina nel futuro – e il futuro sembra buono!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *