Il Bo e altre armi per arti marziali con bastone di legno lungo

Oltre alle rocce, una delle armi più basilari nella storia dell’umanità nella maggior parte delle culture è stata il lungo bastone di legno. Questo ha senso dal momento che i bastoncini erano sempre prontamente disponibili nelle foreste o potevano essere facilmente realizzati. Le arti marziali asiatiche hanno trasformato il lungo bastone di legno in una forma d’arte poiché molti stili di arte marziale includono il lungo bastone nei loro sistemi. Alcuni stili hanno anche forme di armi tradizionali o kata con il bastone lungo. Alcuni sistemi di arti marziali si allenano con armi come il bastone attraverso tecniche pratiche solo senza l’uso di forme prestabilite.

A differenza di molte armi di arti marziali come spade, coltelli, kama e sai che sono a corto raggio, i bastoni sono armi a lungo raggio con portata superiore. Ciò consente all’utente di attaccare e difendersi da una distanza che può essere frustrante dal punto di vista di un avversario che ha un’arma a corto raggio. Anche le armi a lungo raggio sono utili per tenere fuori portata più avversari. Naturalmente, le armi lunghe come il bastone non possono essere nascoste facilmente come le armi a corto raggio, quindi possono essere ingombranti da portare in giro.

Una delle armi per arti marziali più popolari degli stili di karate giapponesi è il bo. Ancora oggi, il bo è solitamente la prima arma insegnata nelle scuole di karate ed è l’arma più comune vista nei tornei. Il personale bo è disponibile in diverse varianti. Ci sono aste bo pesanti che assomigliano a pali spessi che sono considerati più tradizionali e ci sono versioni più leggere che sono rastremate ad entrambe le estremità. Ci sono anche aste bo a più lati come ottagonali, ma queste sono molto meno comuni delle solite versioni rotonde e circolari.

Sebbene ci siano oscillazioni con una sola mano, la maggior parte delle tecniche bo coinvolge entrambe le mani che tengono l’arma. Vari colpi e blocchi possono essere eseguiti con entrambe le estremità del bo così come i lati e il centro. Gli utenti di Bo sfruttano l’intera arma poiché le tecniche possono essere eseguite con qualsiasi parte del bo. Per la maggior parte delle tecniche che coinvolgono il bo, l’utente tiene il bastone vicino al centro con entrambe le estremità che sporgono allo stesso modo. Tradizionalmente, la mano guida (la più lontana dal corpo) è stata la mano destra.

Le competizioni di forme di armi contemporanee hanno fatto evolvere il bo in cui i concorrenti ora usano bo estremamente leggeri e alcuni hanno persino finiture riflettenti che danno un aspetto visivo più appariscente quando l’utente esegue un bo form. A differenza delle forme bo tradizionali, le forme aperte creative contemporanee con il bo implicano giri e persino lanci più complessi. Alcuni artisti marziali non considerano alcune delle moderne forme bo osservate nei circuiti di competizione come vere forme di armi poiché alcuni concorrenti enfatizzano troppe azioni rotanti simili a manganelli piuttosto che vere tecniche di combattimento. Potrebbe benissimo essere una questione di gusti personali. Questo è il motivo per cui nella maggior parte dei grandi tornei aperti di arti marziali, le divisioni di armi sono suddivise in tradizionali e creative.

Anche gli stili di kung fu cinesi utilizzano il bastone lungo, sebbene ci siano alcune differenze nelle tecniche rispetto agli stili di karate giapponesi. Invece di tenere l’arma nel mezzo per la maggior parte del tempo come si tiene un bo, i bastoni cinesi sono solitamente tenuti vicino a un’estremità, il che ha l’effetto di allungare ulteriormente l’arma. Tadizionalmente, la mano principale è la mano sinistra con la destra che tiene l’estremità inferiore del personale. Tuttavia, ci sono tecniche che implicano il cambio di lato e l’uso dell’estremità inferiore per colpire anche. Oltre ai colpi eseguiti tenendo l’arma con entrambe le mani, ci sono più tecniche a una mano con i bastoni cinesi che con i bastoni bo giapponesi. Come le loro forme di kung fu a mano vuota, le forme del personale cinese hanno tecniche più circolari e oscillanti rispetto agli stili di karate giapponesi.

Le forme contemporanee di wushu usano un’arma molto più leggera rispetto alle tradizionali forme del bastone di kung fu. Gli stilisti di Wushu usano anche bastoni o randelli realizzati con un unico legno di cera bianca proveniente da alberi coltivati ​​solo in Cina. I bastoni realizzati con questo tipo di legno non sono realizzati con precisione come i bo giapponesi. I bastoni del wushu sono naturalmente affusolati con un fondo più spesso e una parte superiore più sottile. Il legno di cera bianca è estremamente resistente poiché gli utenti di questo tipo di personale cinese eseguono tecniche che prevedono di distruggere l’intera arma sul pavimento a tutta forza.

Il coreano kuk sul won ha anche il bastone lungo nel loro sistema e le tecniche utilizzate sono come una miscela di mosse cinesi e giapponesi. Sebbene tutti gli stili di arti marziali che utilizzano armi abbiano armi dall’aspetto più complesso e forse più impressionante, il lungo bastone è rimasto uno dei preferiti di molti artisti marziali.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *