I Navy SEALS affermano che i lottatori sono candidati perfetti per entrare a far parte dei team SEAL!

Gli Stati Uniti Navy SEALS sono stati istituiti nel 1962 e sono visti da molti esperti militari come la principale unità di comando marittimo del mondo. Le missioni delle squadre includono;

– Supporto alle operazioni militari convenzionali

– Operazioni antiterrorismo

– Operazioni speciali clandestine e segrete

– Operazioni di ricognizione strategica e raccolta di informazioni

– Missioni di azione diretta, inclusi raid, salvataggio di ostaggi e cattura di personale nemico di alto valore, terroristi e criminali di guerra.

– Tutte le missioni richiedono capacità di inserimento/estrazione tramite metodi e tecniche navali, aeree e terrestri.

I candidati devono diplomarsi al Basic Underwater Demolition/SEAL (BUD/S) situato presso la base navale di Coronado, Coronado, California. Questo corso di sei mesi è forse il più fisicamente impegnativo nell’esercito americano e alcuni dicono che non ha eguali in tutto il mondo. I tassi di abbandono sono elevati: storicamente solo il 30% di coloro che entrano in BUD/S riescono a laurearsi.

I capi della marina hanno condotto numerosi studi nel tentativo di trovare tratti di personalità comuni, caratteristiche ed esperienze condivise da coloro che si diplomano al BUD/S. Un gruppo si è sempre distinto tra gli altri: i candidati con un background nel wrestling amatoriale hanno storicamente superato BUD/S a un tasso molto più alto rispetto a tutte le altre popolazioni candidate. Uomini rana esperti, molti dei quali ex lottatori, credono che il wrestling richieda molte delle stesse qualità individuali necessarie per completare con successo BUD/S. Citano qualità come durezza mentale e fisica, etica del lavoro e dedizione, resistenza, fiducia in se stessi e capacità di esibirsi sotto pressione come alcuni dei tratti principali condivisi sia dai lottatori di successo che dai Navy SEALS.

I lottatori sono visti da molti come gli atleti più duri del mondo e non sorprende i membri della comunità di wrestling che i loro coetanei godano di un grande successo mentre prestano servizio in unità operative speciali. Un Navy Seal in servizio attivo, che non può essere nominato in questo articolo, è stato un wrestler universitario NCAA All-American, piazzandosi 5°, 3° e 3° al torneo nazionale di Divisione I. Crede che “il passaggio dal wrestler al Navy SEAL sia naturale, sia mentalmente che fisicamente” e che i suoi molti anni di wrestling siano stati direttamente responsabili della sua laurea con successo BUD/S e alla fine di diventare un Navy SEAL. Il suo messaggio a tutti i giovani uomini con esperienza di wrestling al liceo e all’università è di visitare o chiamare il reclutatore della Marina più vicino e chiedere informazioni specifiche sul programma Navy Special Warfare.

Il Corpo dei Marines una volta aveva uno slogan di reclutamento che diceva: “Stiamo cercando alcuni bravi uomini”. Sembra che i Navy SEALS stiano cercando dei buoni lottatori!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *