Hardcore Fury: i 10 migliori lottatori professionisti hardcore

Il wrestling professionistico è stato da tempo visto come una combinazione di abilità tradizionali sui tappetini con l’aggiunta di intrattenimento. Il wrestling hardcore è l’esatto opposto di questa immagine per il suo uso di risse, armi e persino sangue. Il wrestling hardcore è stato visto in molte promozioni come ECW, WCW e CZW. Molti lottatori si sono adattati a questo stile e ci sono cresciuti facendo carriera da queste partite brutali.

Questo articolo darà un’occhiata ai 10 migliori wrestler hardcore che siano mai entrati nel cerchio quadrato e abbiano scattato foto da qualsiasi cosa, da una sedia letteralmente al lavello della cucina.

Numero 10: Atsushi Onita

Il wrestler giapponese Atsushi Onita è accreditato di aver portato lo stile di wrestling hardcore in Giappone. Una volta detentore del record mondiale per avere il maggior numero di punti di sempre, Onita non è uno che evita di prendere parte a un incontro brutale. In qualità di fondatore dell’ormai defunta Frontier Martial-Arts Wrestling, Onita ha le cicatrici dei suoi numerosi match in compagnia. La maggior parte di queste partite utilizzava l’uso del filo spinato al posto delle corde ad anello, cosa che non si vede più nell’industria del wrestling.

Numero 9: Corvo

Raven è uno dei personaggi più misteriosi che sia mai salito sul ring. Raven ha visto molte partite hardcore nel suo tempo in varie società come TNA ed ECW. Raven ha dimostrato di non aver paura di mettere a rischio il suo corpo, come mostrato nelle sue partite di Monster’s Ball in TNA, dove è stato sbattuto contro varie cose come puntine da disegno e vetri rotti. Inoltre, Raven è uno dei pochi wrestler hardcore ad essere colpito da tutto, incluso il lavello della cucina mentre Tommy Dreamer lo faceva mentre i due litigavano in ECW.

Numero 8: Nuovo Jack

New Jack ha mostrato durante la sua carriera cosa significasse essere un wrestler hardcore. Era noto per non aver mai evitato di prendere un bernoccolo e alcune volte si faceva gravemente male a causa di questo. Conosciuto soprattutto per il suo tempo ECW, è stato coinvolto in alcune delle partite più estreme mai accadute. Il peggior infortunio che si è verificato in queste partite è stato quando è caduto dal patibolo durante una partita e invece di schiantarsi contro i tavoli che erano stati allestiti, ha invece sbattuto la testa contro la sala da concerto accecandolo all’occhio destro e provocandogli danni cerebrali . Ora in pensione dal ring, New Jack è ora un manager sulla scena del wrestling indipendente.

Numero 7: L’uomo di sabbia

The Sandman con il suo caratteristico bastone di Singapore è uno dei lottatori che ha abbracciato lo stile hardcore e di conseguenza è diventato un cinque volte campione mondiale dei pesi massimi ECW durante il suo mandato in ECW. Durante le sue partite in ECW, Sandman era noto per aver ripetutamente fustigato i suoi avversari con il suo bastone di Singapore e aver rotto lattine di birra contro la sua testa. Sandman ha litigato con molti dei grandi nomi di ECW come Tommy Dreamer, Cactus Jack e Raven e molti di questi match hanno coinvolto filo spinato, sedie, scale e tavoli come armi. The Sandman fa ancora apparizioni occasionali sulla scena indipendente oggi con ancora oscillando il suo bastone.

Numero 6: Sabu`

Il suo soprannome dice tutto “The Homicidal, Suicidal, Genocidal Death-Defying Man” Sabu ha fatto carriera mettendo il suo corpo in gioco nelle partite hardcore. Sabu è il nipote di The Original Sheik, che è visto come uno dei lottatori che hanno creato lo stile hardcore del wrestling. Uno dei suoi incontri più brutali e sanguinosi è stato con Terry Funk all’evento Born to Be Wired della ECW in cui i due hanno gareggiato in un match di filo spinato. Questa partita li vedrebbe tagliati gravemente. Sabu è anche noto per mettersi in gioco e gli avversari hanno lanciato tavoli in tuffi dalle corde. Sabu continua a lottare sulla scena indipendente per varie promozioni usando ancora il suo stile hardcore.

Numero 5: Tommy Dreamer

Conosciuto con il soprannome di “The Innovator of Violence”, Tommy Dreamer ha mostrato in cosa consiste lo stile di wrestling hardcore. Le sue partite più importanti si sono verificate durante la sua permanenza in ECW. Tommy Dreamer ha avuto alcuni incontri brutali con artisti del calibro di Raven e The Sandman e nel corso della sua carriera si è persino rotto la schiena. Anche con ECW non più esistente, Tommy Dreamer ancora oggi non ha paura di mostrare cosa lo ha reso “The Heart and Soul of ECW” sul ring.

Numero 4: Abdullah il Macellaio

Abdullah il Macellaio con la sua forcella di fiducia era sempre disposto a partecipare a una sanguinosa rissa a tutto campo. Abdullah ha le cicatrici per dimostrare quanto siano state sanguinose le battaglie poiché la sua fronte è piena di segni in cui si è lamato per causare sanguinamento. Abdullah è noto per essere uno che infrange le regole quando non nelle partite hardcore, avrebbe sparato contro qualsiasi avversario con questo fork a cui era famigerato. Abdullah da allora è diventato un wrestler semi-pensionato e ha lasciato intendere che si ritirerà presto.

Numero 3: Lo sceicco originale

Lo sceicco è considerato da molti nel settore come uno dei creatori dello stile di wrestling hardcore. Come Abdullah il Macellaio, lo sceicco aveva un’arma illegale caratteristica che avrebbe usato che era una matita. Lo usava per graffiare la fronte dei suoi avversari e in alcune occasioni gli veniva usata la sua arma che gli lasciava cicatrici sulla fronte. I suoi incontri hardcore e mortali più importanti si sono verificati nell’FMW giapponese, dove un incontro è stato definito un “match mortale di fuoco” che aveva filo spinato fiammeggiante al posto delle corde. Da allora lo sceicco è morto a causa di un infarto, ma lo stile hardcore che usava continua a vivere attraverso molti lottatori come suo nipote Sabu.

Numero 2: Terry Funk

Terry Funk è uno dei pochi wrestler che si è fatto un nome come wrestler tradizionale che è passato al wrestling hardcore verso la fine della sua carriera sul ring. Funk ha iniziato a lottare in stile hardcore quando è arrivato alla ECW, dove molte delle sue partite prevedevano l’uso di scalette, puntine da disegno e filo spinato. Funk avrebbe avuto alcuni brutali deathmatch per varie promozioni giapponesi durante il suo periodo in ECW. Funk da allora è diventato un wrestler semi-pensionato e, a causa dell’età, gareggia raramente in partite hardcore.

Numero 1: Mick Foley

Mick Foley è conosciuto con i suoi ring name Cactus Jack, Dude Love e Mankind ha fatto carriera mettendo in gioco il suo corpo. Il suo infortunio più notevole è stato il suo orecchio quasi completamente strappato durante una partita. Foley non si adattava all’aspetto tradizionale di un wrestler durante la sua carriera sul ring, ma la sua volontà di mettere in gioco il suo corpo gli è valsa il rispetto del suo collega wrestler e dei fan. Che si tratti di lui che oscilla intorno alla sua mazza da baseball di filo spinato o che viene lanciato dalla cima di Hell in a Cell, Foley ha mostrato cosa significa essere un wrestler hardcore.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *