Etichetta da cowboy

La maggior parte della gente non concluderebbe automaticamente che i cowboy abbiano buone maniere, ma ai miei tempi la maggior parte dei cowboy erano considerati dei veri gentiluomini. In molti casi si applica ancora il capovolgimento del cappello a una signora, ma esaminiamo alcune forme meno familiari di etichetta da cowboy.

Crescere in un ranch nel New Mexico nordorientale ha portato numerose lezioni sulla condotta da cowboy, molte delle quali sono ancora vive nell’ambiente meno formale di oggi. Andare a un ballo nella maggior parte dei posti significava lasciare il cappello sul tavolo mentre si balla (a testa in giù, ovviamente, per proteggersi dall’orlo). Gli speroni non sono mai stati indossati su una pista da ballo, anche se li sentivi belli.

Questo codice era ancora più pronunciato mentre lavoravamo nel ranch. Noi, che abbiamo avuto la fortuna di vivere la vita, abbiamo imparato le lezioni, a volte nel modo più duro. Un modo sicuro per guadagnarsi il disprezzo di un cowboy era cavalcare davanti a lui, o tra lui e la mandria.

Durante la raccolta del bestiame, i cavalieri convergevano su un pascolo in un modo simile a un esercito che circonda il nemico. Lasciando cadere i cavalieri fino a quando un’estremità del pascolo non fu completamente avvolta; convergevano simultaneamente in un ampio anello e rimanevano nella stessa formazione, poiché l’anello spingeva il bestiame verso il recinto o il cancello verso cui ti stavi dirigendo. Un cowboy che è uscito da questa formazione stava attraversando un momento difficile.

Questo potrebbe richiedere alcune decisioni difficili, soprattutto se stavi guidando accanto a qualcuno che non sapeva cosa stesse facendo. Era considerato ok, però, se il bestiame si stava allontanando, chiudere il divario cavalcando davanti a qualcuno, tuttavia, dovevi scusarti il ​​prima possibile.

Non hai mai maneggiato il cappello di un altro cowboy, a meno che non ti sia stato dato il permesso, altrimenti questo era motivo di rissa. Non appoggiare mai il cappello su un letto, anche se penso che questo abbia più a che fare con la superstizione che con le buone maniere di qualsiasi tipo. Dovrebbe portare sfortuna.

Un’estate, mentre aiutavano i vicini a marchiare, avevano un carro mandrino, dove ci riunivamo per i pasti. Un cowboy era stato costantemente irrispettoso e indifferente al codice dei cowboy, e un pomeriggio tutto è venuto al culmine. È stato introdotto all’antica tradizione dello screpolatura.

Diversi cowboy lo hanno afferrato e lo hanno tenuto sopra la lingua del carro mandrino, mentre un cowboy più anziano si è tolto i pantaloni e ha proceduto a frustarlo sul lato posteriore con i pantaloni. Questo ha ferito l’ego, molto più del retrotreno. Penso che i “chappers” ne abbiano tratto più vantaggio rispetto al “chapee”, poiché di certo non ha migliorato la sua disposizione, ma è stata una lezione per tutti noi nel codice del cowboy.

La cortesia del cowboy è viva e vegeta oggi, ma i confini sono stati in qualche modo offuscati dalla nostra società permissiva. Ho sempre pensato che fosse un onore essere un cowboy, qualcosa di cui essere orgoglioso. Il rispetto reciproco tra i cowboy dovrebbe sempre essere la norma. Manteniamo viva la tradizione e lasciamo che il sogno del cowboy americano continui a vivere.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *