Esecuzione dello sport estremo

Quando ho scoperto che gli audaci salti e salti sui muri più alti di quelli di Alcatraz realizzati da James Bond, nel film Casino Royale, erano vere mosse da uno sport estremo, ho dovuto saperne di più. Mentre approfondivo le origini della corsa libera, mi sono reso conto che è più di un semplice sport adrenalinico, è un modo per sfidare i confini fisici e mentali e come la maggior parte delle cose nella vita: è tutto nella mente.

Quindi la storia va così: c’era una volta questo ufficiale di marina francese incredibilmente intuitivo, Georges Hébert, che partì per un viaggio in Africa. Dopo aver notato il fisico eccezionalmente robusto dei guerrieri africani, Hébert si è reso conto che quando si tratta di forza fisica, agilità e forma fisica, non c’è miglior allenatore di ginnastica della natura stessa. E così iniziò: un metodo fisico di addestramento militare basato su movimenti energici e naturali combinati con le virtù altruistiche che Hébert considerava così essenziali. Lo chiamava “méthode naturelle”.

Da lì, è semplice. Un architetto si avvicinò e creò una specie di percorso ad ostacoli che servisse a rafforzare le forze dei soldati francesi. Questi metodi in seguito hanno influenzato la vita di un ragazzo chiamato, David Belle, un abbandono scolastico, che ha sviluppato questi metodi in uno sport estremo, noto come parkour. Quello che è diventato il parkour è stato un modo per andare dal punto A al punto B superando ostacoli difficili e superando le strutture urbane con salti che sfidano la morte e volte veloci. Ma ciò a cui la maggior parte dei traceurs, o praticanti del parkour, è più interessata è la “bonifica umana e urbana”, ovvero superare gli ostacoli fisici e mentali della società moderna e sfidare la paura che causa esitazione e fa sembrare un ostacolo più minaccioso di quanto non sia in realtà è. Si tratta di muovere il modo in cui le persone dovrebbero muoversi: fare affidamento sull’istinto, pensare in piedi e usare l’intuizione piuttosto che la logica. Davvero molto bello. È su questa base che il Free Running ha trovato le sue basi, portando la libertà di movimento al suo livello più estremo.

Come modo per presentare lo sport estremo del parkour, alla società di lingua inglese, il film Jump London, vedeva il partner criminale di David Belle, Sebastien Foucan, che si esibiva in incredibili volteggi, pass per gatti ed equilibri alla Royal Albert Hall e al Globe Theatre di Shakespeare per citarne solo alcuni. Ma mentre il parkour è una disciplina sportiva, il free running si è sviluppato in completa libertà di movimento, acrobazie urbane ed espressione di sé attraverso il movimento. La corsa libera riguarda “trovare la propria strada” – nessuna imitazione, nessuna limitazione; solo pura libertà di movimento.

Non sorprende il motivo per cui il Free Running si è diffuso a macchia d’olio ed è ora uno sport estremo acclamato a livello internazionale. Il Sudafrica vanta alcuni dei suoi hotspot di corsa libera e una società in rapida crescita di corridori liberi. Cape Town è in cima alle classifiche con l’Università di Cape Town, lo Stellenbosch University Campus, i Company Gardens, Muizenberg Beach e il Cape Town CBD che sono famose destinazioni di corsa libera. Dopotutto, chi ha mai detto che devi prendere le scale, quando puoi semplicemente saltare al livello successivo? Ti sei mai fatto questa domanda? Allora devi semplicemente provare questo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *