Elimina le vulnerabilità di sicurezza con un firewall di applicazioni Web

Ultimamente c’è stato molto interesse per i firewall delle applicazioni Web per due ragioni molto diverse. Uno è la proliferazione di attacchi dannosi ai siti Web. La seconda è che viene raccomandata come “best practice” per la protezione dei siti Web dalle organizzazioni di sicurezza globali, la prima delle quali è l’industria delle carte di pagamento che è guidata dalle più grandi società di carte di credito del mondo.

Ci sono molte ragioni per cui sorgono vulnerabilità di sicurezza. È possibile che la convalida dell’input sia scarsa o che la sessione non sia sicura o che le impostazioni di sistema non siano configurate correttamente. Potrebbe anche essere il risultato di difetti nel software del server Web o nel sistema operativo scelto.

La maggior parte delle aziende al giorno d’oggi non ha le risorse per scrivere codice sicuro che impiegano nelle applicazioni Web. Questa mancanza di risorse potrebbe essere manodopera o tempo. Inoltre, gli scanner delle applicazioni non sono infallibili al 100%, mentre gli hacker diventano ogni giorno sempre più creativi.

Anche se ti affidi a fornitori di terze parti per le tue applicazioni Web, ciò non garantisce che il tuo sito Web sia sicuro. Inoltre, la maggior parte dei provider non rilascia nemmeno una patch per correggere i difetti di sicurezza scoperti dopo il rilascio.

In qualità di proprietario di un sito Web responsabile, dovresti adottare misure proattive per proteggere il tuo sito Web. Proteggi te stesso e i tuoi visitatori da potenziali attacchi di hacking o infezione da malware. Se non lo fai per le vendite e il profitto, fallo per la reputazione e la buona volontà online. Un buon modo per farlo è attraverso l’uso di un firewall per applicazioni Web.

Che cos’è un firewall per applicazioni Web?

In poche parole, un firewall per applicazioni Web è un’applicazione server o un’appliance che monitora i pacchetti di dati http/https. Utilizza una serie di criteri per promulgare le politiche di sicurezza che configuri al suo interno. In effetti, può bloccare il traffico applicativo insolito, gli attacchi di hacking e altri exploit noti.

Puoi configurarlo per consentire tutte le richieste e bloccare solo quelle che ritiene dannose, o viceversa bloccare tutto il traffico a meno che non sia noto per essere buono. Può essere utilizzato in diverse modalità, tra cui proxy inverso, proxy trasparente, bridge di livello due, monitor di rete o installato su server Web. Può avere funzionalità aggiuntive come la memorizzazione nella cache di quelle pagine che sono spesso richieste, il bilanciamento del carico e l’accelerazione SSL.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *