Crescere insieme al Soccer Store

Dato che sono invecchiato, essere efficiente è diventata una priorità più grande per me. Mentre la priorità di fare le cose in un ordine logico senza perdere tempo è ottima sulla carta, avere figli lo rende estremamente difficile. Hai mai “aiutato” i tuoi figli a prepararsi per l’inizio dell’anno scolastico ad agosto? Quante volte sei andato negli stessi negozi perché “dimenticavano” che avevano bisogno di matite, uno zaino nuovo, cartelle, raccoglitori, penne, carta o qualche altra fornitura. Pensavo che la settimana che precedeva la scuola fosse la peggiore. Poi è arrivata la stagione calcistica. Il negozio di calcio ora dà il benvenuto a me personalmente quando entro.

Gavin ha deciso di fare del calcio il suo primo sport alla tenera età di sette anni. Sono cresciuto con altri sport, ma sembrava che ci fosse meno violenza nel calcio che nel football, e anche tenere una mazza di metallo gigante lontana dai bambini non era una pessima idea, quindi la prospettiva del sabato mattina al campo locale sembrava piuttosto buona all’inizio.

Quando lo abbiamo registrato per la nostra lega locale al centro sociale, ci è stata data una lista di cose da comprare al negozio di calcio. Una maglia, alcuni assorbenti, alcuni oggetti che lo aiuterebbero se volesse esercitarsi da solo, un paradenti, tutte cose che potresti aspettarti.

È iniziato mentre andavamo al suo primo allenamento, “papà, ho dimenticato le scarpe”. Nessun problema, una veloce sosta a casa, passa a prenderli e partiamo per esercitarci. All’arrivo a casa nostra, non si trovano tacchette. Al negozio di calcio, un paio di scarpe per favore.

Sulla via del ritorno dal primo allenamento abbiamo parlato di come è andata. Cercavo il divertimento, la sfida, magari se fossi stato davvero fortunato stancante. La valutazione di Gavin, “Timmy aveva delle fasce per il sudore davvero fantastiche”. Siamo andati al negozio di calcio per diventare orgogliosi proprietari di fasce per il sudore verde neon con strisce nere

A questo punto sai dove sta andando la storia. Ogni allenamento, partita e torneo che seguirono richiedevano una sosta per qualcosa. Chi sapeva che le maglie da calcio erano disponibili in così tanti colori “cool” diversi?

Non ho mai avuto problemi con nessuna delle attrezzature che proteggevano o aiutavano a insegnare lo sport. Mi piaceva persino comprare cose come fischietti e libri di regole per l’epoca in cui Gavin pensava che fare l’arbitro potesse essere divertente.

In molti modi, ci siamo legati a quel negozio di calcio. Crescendo, le taglie sono aumentate. Ci siamo spostati da una parte all’altra del negozio. Vorrei aver fatto una foto di me e mio figlio allo specchio la prima volta che siamo entrati nel negozio. Avremmo potuto raccontare la storia delle nostre vite attraverso quell’unica attività.

Non è mai stato efficiente, né quando “dovevamo” andare, né cosa “dovevamo” comprare, ma era un ottimo posto per legare e crescere. Non ho idea di quanti soldi ho speso in tutti gli anni, ma valeva ogni centesimo speso con mio figlio e vedere il suo sorriso in faccia.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *