Cos’è la velocità tattica nelle corse di cavalli e come renderla handicap

Quando le corse della tripla corona e altre corse classiche si verificano ogni anno, di solito viene fuori l’argomento della velocità tattica e di come usarla per le corse di cavalli con handicap. Alcune persone sono confuse su cosa sia effettivamente la velocità tattica, mentre altre ne negano il valore. La velocità tattica, secondo me, esiste ed è molto importante per diversi motivi.

La velocità tattica è la capacità di un cavallo di avvicinarsi ai primi corridori all’inizio di una gara e di mantenere una posizione comoda per poter colpire per il comando quando si presenta l’opportunità. L’opportunità è di solito quando i primi classificati iniziano a stancarsi. Avere velocità tattica consente a un cavallo di evitare problemi perché è vicino alla parte anteriore ed è meno probabile che venga bloccato o debba essere ripreso.

La velocità tattica non deve essere confusa con la velocità iniziale, sebbene i cavalli da velocità tattica abbiano alcune abilità di velocità iniziale. La differenza è che un cavallo con velocità tattica non deve essere in testa e può anche cambiare ritmo e velocità più avanti nella gara quando gli altri primi velocisti sono stanchi. Cavalli come “Big Brown”, ad esempio, hanno velocità tattica. Il fatto che sua madre sia fuori da “Nureyev”, un padre noto per la produzione di cavalli che possono percorrere distanze classiche, è un indicatore del fatto che probabilmente avrebbe una velocità tattica.

Quando sono in handicap e cerco velocità tattica, guardo la posizione del cavallo nelle sue ultime gare per vedere se era entro 5 lunghezze dal leader alle prime chiamate e quanta velocità ha mostrato alla fine della gara. Ora ecco la chiave. Un cavallo con una buona velocità tattica non solo supera i primi che sono stanchi, ma tiene anche il passo o supera i cavalli che provengono da ben fuori ritmo. Ad esempio, se un cavallo corre entro 5 lunghezze dai primi, prende il comando nella parte superiore del tratto o guadagna il comando nella corsa del tratto, nonostante una carica in ritardo da parte di un altro contendente che viene fuori dal ritmo, considero che un cavallo con una buona velocità tattica.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *