Come allenare il calcio U10, un corso accelerato

Otto consigli per allenare il calcio giovanile

Questo è un corso accelerato per allenare una squadra di calcio giovanile. Segui questi otto suggerimenti per aiutare la tua squadra a vincere la stagione. La cosa più importante per i bambini è divertirsi, ma è sempre più facile divertirsi quando la tua squadra vince. Imparerai come iniziare e terminare ogni allenamento e come utilizzare la formazione stick e wedge per generare una squadra difensiva con conseguente vittorie anziché sconfitte. Questo articolo sarà particolarmente utile per coloro che vogliono sapere come allenare il calcio u8 o 810, ma si applica a tutti i livelli di età.

Ecco i consigli per allenare una squadra vincente:

1- Corsa a squadre

Fai allineare i tuoi giocatori lungo l’area del portiere. Invitali a tenersi per mano e correre sul lato opposto del campo e tornare indietro. Dì loro che devono correre alla velocità del giocatore più lento. Questo semplice esercizio crea unità e senso di scopo.

2- Trova un portiere

Allinea la tua squadra a centrocampo e falla correre sulla linea di rigore e tornare indietro per aiutarti a identificare i giocatori più veloci da quelli più lenti. Falli allineare e tira la palla. Chiedi ai primi due o tre bambini che possono tirare la palla più lontano se sarebbero il portiere. In caso contrario, chiedi se sarebbero una riserva.

Se non trovi un giocatore interessato alla posizione, chiedi ai migliori candidati se giocherebbero solo per il portiere per una metà e l’attaccante per la prossima. La maggior parte dei bambini vuole giocare nella posizione di attaccante/attaccante e segnare gol, quindi offrire di ruotare due giocatori come portiere per una metà e come attaccante per quella successiva rende la posizione del portiere più attraente.

3- Difesa del bastone

Fai della difesa una priorità. Usa una difesa “bastone” in cui impila cinque bambini davanti al portiere. Il bastone ruota attorno al portiere come una lancetta di un orologio, puntando verso il gestore di palla avversario che sta attaccando la tua porta. Può estendersi fino alla linea di centrocampo mentre la palla si sposta nell’area di rigore avversaria.

In generale, c’è una probabilità del cinquanta percento che l’altra squadra abbia un fuoriclasse che può dribblare in campo e segnare. Le squadre tradizionali hanno tre o quattro attaccanti e tre o quattro mediani. Questi allineamenti lasciano tre giocatori a difendere la porta (e uno o due mediani inseguitori). Meglio cinque difensori. Se stai giocando meno di 11 a causa di una malattia o di una vacanza, puoi accorciare la levetta a tre o quattro giocatori. Anche con nove giocatori, ci sono ancora tre difensori.

I giocatori nel bastone sono numerati da uno a cinque, di cui uno è il più vicino alla porta. Vuoi che i tuoi giocatori più lenti e meno abili giochino con la levetta. È importante avere un giocatore più anziano e più veloce nei due punti per controllare la levetta. Quando la palla è dall’altra parte del campo, il n. 2 dirige gli altri a salire e allungare il bastone. Il giocatore meno qualificato dovrebbe trovarsi nel punto 3 in cui i due possono dirigere il giocatore mentre difendono la porta.

4- Difensori a cuneo

Le posizioni di mediano o centrocampista formano un “cuneo” di tre persone. Il cuneo viene inviato per fermare l’attacco avversario e deviare la palla nel territorio avversario. La posizione centrale è affiancata da un giocatore a sinistra ea destra che sono cinque piedi dietro e dieci piedi di lato dal centro. Viaggiano insieme, cercando l’attaccante dell’opposizione. Non attraversano il centrocampo e fungono da “cappello” protettivo per il bastone. Il centro, come tutti i “primi” difensori, deve seguire l’attaccante per costringerlo a fermarsi o rallentare. Il centro mantiene un cuscino da cinque a dieci piedi dall’attaccante, ritirandosi secondo necessità. L’attaccante deve andare a sinistra oa destra, ma probabilmente rallenterà quando il giocatore del wedge sinistro o destro preme più vicino al centro. Attaccare la formazione è frustrante. Cercare di superare sette giocatori invece di tessere attraverso alcuni è difficile.

Se l’attaccante passa alla sua sinistra o alla destra della formazione, il giocatore con il wedge destro diventa il centro e mette in ombra il giocatore di palla mentre il centro cade dietro e prende il lato destro. Il wedge si riforma quando il giocatore del wedge sinistro scivola e mantiene il lato sinistro del wedge.

5- Due attaccanti

I due giocatori rimanenti sono posizioni flessibili. Si dovrebbe giocare l’attaccante centrale, giocando il più in alto possibile. Il centravanti gioca il più possibile senza essere in fuorigioco. L’altro attaccante gioca fuori dall’attaccante e si muove a destra oa sinistra, seguendo la palla quando è in difesa. L’attaccante esterno è vicino al centrocampo e ha bisogno di ricevere la palla per spingere lungo la linea laterale o passare all’attaccante centrale.

6- Il primo tempo è tutto in difesa

Questa formazione appare lenta in quanto non è orientata all’attacco. La strategia del bastone e della formazione a cuneo è quella di logorare fisicamente gli avversari nel primo tempo, consentendo alla formazione di spingersi in avanti verso la porta avversaria più avanti nel secondo tempo.

Iniziare con una difesa forte e adattarsi a più attacchi è sempre la mossa giusta nel calcio giovanile. Un attacco forte fa poco quando la tua squadra è sotto 0-2 a cinque minuti dall’inizio della partita. La formazione del bastone e del cuneo attira più giocatori avversari in attacco per eguagliare il numero dei tuoi difensori, indebolendo la loro difesa man mano che il gioco procede.

7- La debolezza di ogni squadra

Il punto debole di quasi tutte le formazioni è quando una squadra avversaria sposta rapidamente la palla lungo la linea laterale e nella tua area di rigore. Puoi prendere un giocatore in più per contrassegnare il suo fuoriclasse, risultando in uno in meno sulla levetta. Il bastone non deve estendersi lateralmente al di fuori dell’area di rigore. Lascia che i loro attaccanti si stanchino tra l’area di rigore e la linea laterale. Quando centrano la palla, avrai molti difensori per contrastare il loro attacco

8- I PK sono OK

Non c’è niente di sbagliato in una cravatta. Prepara la tua squadra ai calci di rigore. È divertente terminare gli allenamenti con le esercitazioni sui calci di rigore. Un ottimo esercizio è mettere in porta un assistente allenatore con il tuo portiere e un altro giocatore. Disponi i tre, ciascuno difendendo un terzo della porta. Chiedi ai tuoi giocatori di allinearsi in un arco attorno alla porta e chiedi loro di lanciare palle in rete in una volta. È un’ottima pratica e rende un vero pk più facile in quanto ci sarà un solo portiere e non tre.

Insegna ai tuoi bambini a “passare” la palla in rete con l’interno del piede piuttosto che provare a lanciarla con la punta interna. Questo è un tiro più preciso da una breve distanza e quasi altrettanto potente.

Questo bastone e cuneo funziona e fornisce una formazione con la maggior parte della difesa. Inizia forte in difesa e aggiungi più attacco se necessario più avanti nel gioco. Trova prima un portiere e riempi il resto della tua squadra. Non c’è niente di sbagliato in una cravatta. Ora hai le conoscenze per mettere la tua squadra in condizione di vincere e avere una stagione di successo!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *