Campionato di softball professionistico femminile

La Women’s Pro Softball League è stata attiva dal 1997 al 2001. Dopo alcuni anni di inattività, è stato ripreso e rinominato nel 2004 come National Pro Fastpitch. La lega ha sei squadre: New England Riptide, Philadelphia Force, USSSA Pride, Akron Racers, Chicago Bandits e Rockford Thunder.

Nel processo di rebranding e riforma nel 2002, NPF ha collaborato con la Major League Baseball come parte dei loro continui sforzi per entrare in contatto con le donne. La MLB ha firmato come partner di sviluppo ufficiale e con il loro aiuto NPF ha organizzato un tour di softball all-star nel 2003.

Il 2004 è stata la prima stagione completa per National Pro Fastpitch. Le sei squadre hanno giocato 178 partite. La stagione 2005 ha avuto meno partite, 144, ma è cresciuta fino a includere squadre internazionali provenienti da Canada, Messico, Venezuela, Cina, Russia e Australia.

Come in tutti i campionati in crescita, le squadre hanno cambiato città molte volte dall’inizio ad oggi. Sebbene il New England Riptide non si sia completamente piegato come alcune squadre, hanno saltato la stagione 2009 per motivi economici.

Un gioco interessante che gioca l’NPF è la “Battaglia dei pipistrelli”. Ogni partita casalinga del sabato sera, quattro giocatori di ogni squadra rappresentano un diverso produttore di mazze per una gara di fuoricampo tra compagnie di mazze e giocatori. La conclusione della serie avviene durante il weekend del campionato NPF a Kimberly, nel Wisconsin.

La Women’s Pro Softball League non è stato il primo tentativo di un campionato femminile; c’era un altro movimento negli anni ’70. La International Women’s Professional Softball Association è stata fondata nel 1976 ed è rimasta attiva fino agli anni ’80. C’è stata una pausa nello sport fino agli anni ’90, quando la famiglia Cowles ha fondato la Women’s Pro Softball League.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *