Atleti vegetariani – 10 campioni olimpici

È un mito che muscoli, forza e resistenza richiedano il consumo di grandi quantità di alimenti di origine animale. Questo mito è iniziato prima ancora che qualcuno parlasse di proteine. Durante le Olimpiadi, è un buon momento per dare un’occhiata ad alcuni fantastici atleti che sono campioni e vegetariani:

  1. Charlene Wong è un pattinatore artistico campione che ha rappresentato il Canada alle Olimpiadi di Calgary del 1988. Ha iniziato a gareggiare all’età di 6 anni e nel 1980 è stata nominata nella squadra canadese e ha rappresentato il Canada ai Campionati Mondiali Junior. È stata evidenziata in La guida alla nutrizione sportiva vegetariana di Lisa Dorfman.

  2. Paavo Nurmi, un corridore finlandese, era vegetariano dall’età di 12 anni. È spesso considerato il più grande atleta di atletica leggera di tutti i tempi. Corridore di fondo, ha gareggiato alle Olimpiadi del 1920, 1924 e 1928, vincendo 12 medaglie olimpiche.

  3. Chris Campbell, wrestler, si è allenato per le Olimpiadi del 1980 ma non ha gareggiato poiché la squadra americana ha boicottato le Olimpiadi di Mosca del 1980. All’età di 37 anni, ha ricominciato ad allenarsi e si è assicurato un posto nella squadra statunitense, vincendo una medaglia di bronzo alle Olimpiadi del 1992, diventando l’americano più anziano a vincere una medaglia nel wrestling olimpico. Dice: “Mi prendo cura del mio corpo. Non mangio carne e faccio yoga ogni giorno. Fa la differenza”.

  4. Carl Lewis, atleta vegana, ha vinto 10 medaglie olimpiche, di cui 9 ori, in una carriera che è durata dal 1979 al 1996, gareggiando per gli Stati Uniti. Ha detto: “la maggior parte degli atleti ha la dieta peggiore del mondo e nonostante ciò competono”.

  5. Surya Bonaly, pattinatrice artistica professionista, ha rappresentato la Francia alle Olimpiadi del 1992, 1994 e 1998. Ora è anche cittadina statunitense. Vegetariana, è apparsa negli annunci della PETA per protestare contro la caccia alle foche canadesi e il commercio di pellicce inglese e francese.

  6. Debbie Lawrence, marciatrice vegetariana, è stata tre volte olimpionica (1992, 1996 e 2000) ed è la detentrice del record mondiale per l’evento di marcia 5K femminile. Attribuisce il suo successo al duro lavoro e a una dieta vegetariana.

  7. Murray Rose, vegetariano dalla nascita, ha sei medaglie olimpiche. È nato nel 1939 a Nairn, in Scozia, ma si è trasferito in Australia con la sua famiglia in tenera età. Era un campione olimpico all’età di diciassette anni. Era noto per il suo vegetarianismo durante la sua carriera, guadagnandosi il soprannome di “The Seaweed Streak”. Ha gareggiato alle Olimpiadi dal 1956 al 1960, vincendo sei medaglie.

  8. Al Oerterlanciatore di dischi, ha vinto quattro medaglie d’oro olimpiche per gli Stati Uniti – nel 1956, 1960, 1964. Era anche un pittore astratto.

  9. Edwin Mosè, ostacolista per gli Stati Uniti, è una medaglia d’oro che è rimasta per otto anni senza perdere l’ostacolo dei 400 metri. Nella sua carriera, ha vinto due medaglie d’oro olimpiche. Dopo il ritiro dalla pista, ha completato una gara di bob della Coppa del Mondo del 1990 in Germania e ha vinto la medaglia di bronzo a due con l’olimpionico statunitense Brian Shimer. Edwin Moses è vegetariano.

  10. Leroy Burrell, velocista, ha stabilito due volte il record mondiale dei 100 metri sprint. Ha vinto una medaglia d’oro per gli Stati Uniti nel 1992 a Barcellona. È vegetariano.

Come affermato in “Vegetarian Diets” dell’International Center for Sports Nutrition, Olympic Coach Magazine, Inverno 1997:

“Se si presta attenzione a includere un’ampia varietà di alimenti, le diete vegetariane possono essere nutrizionalmente adeguate per supportare le prestazioni atletiche”.

“Indipendentemente dal fatto che un individuo sia un atleta ricreativo o di livello mondiale, essere vegetariano non diminuisce il talento naturale o le prestazioni atletiche. Fin dai Giochi antichi, gli atleti greci si allenavano con diete vegetariane e mostravano abilità straordinarie nell’atletica leggera”.

Guardando questi 10 atleti olimpici vegetariani, è chiaro che il bisogno di mangiare carne per essere forti e campioni è un mito. Una dieta a base di cibi integrali a base vegetale darà a un atleta tutta l’eccellente nutrizione di cui ha bisogno per essere un vincitore.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *