Atleti che battono il mondo in Kenya: è nei geni o è nei soldi?

Ad ogni Olimpiadi estive una cosa è prevedibile: che le gare di media e lunga distanza saranno dominate dagli atleti kenioti. Il dibattito poi continuerà: cosa hanno questi kenioti? Verranno nuovamente postulate teorie sul motivo per cui vincono sempre.

Le teorie più dominanti sul motivo per cui vincono sono: è nei loro geni, sono stati allevati in quota ricevendo così “addestramento all’ossigeno”, corrono da e per la scuola e quindi iniziano ad allenarsi presto e che è un via d’uscita dalla povertà.

C’è molta letteratura su questo argomento e numerosi studi scientifici sono stati fatti su di esso. Tuttavia, nessuno degli studi ha mai detto in modo definitivo il motivo per cui gli atleti del Kenya vincono sempre.

Non c’è dubbio che una combinazione di tutti i fattori precedentemente menzionati insieme a un allenamento serio produrrà buoni risultati. Ma quale di questi fattori contribuisce maggiormente alle prestazioni eccezionali degli atleti kenioti?

Prima di entrare nei fattori, vale la pena notare che la maggior parte dei fondisti kenioti proviene dalla comunità di Kalenjin in Kenya.

Come keniota che ha vissuto negli altopiani del Kenya per tutta la vita, postulo che i fattori siano classificati come segue in ordine decrescente di importanza. Una via d’uscita dalla povertà, è nei loro geni, che corrono da e per la scuola, crescono in quota.

Queste graduatorie si basano sulle seguenti osservazioni. Il distretto di Nandi in Kenya non è certo il luogo più alto in cui le persone vivono in Kenya. Kapsabet a Nandi è a quota 6499 piedi mentre Tamau un’altra città in Kenya è a quota 7229 ma pochissimi atleti provengono da Timau. Inoltre, ci sono molti altri posti nel mondo in cui le persone vivono ad altitudini superiori a quella di Kapsabet.

Correre da e per la scuola gioca senza dubbio un ruolo nella preparazione dei bambini per le future carriere nell’atletica. Ma anche i bambini di Meru, in Kenya, che si trova alla stessa altitudine di Kapsabet, corrono da e per la scuola ogni giorno. Quindi correre da e verso la scuola non spiegherebbe la differenza tra Meru e Kaspsabet nella produzione di atleti.

Sembra che ci sia motivo di credere che alcuni gruppi etnici siano naturalmente dotati per eccellere in determinati sport. Guarda come gli spagnoli ei loro cugini brasiliani molestano tutti gli altri nel calcio. In Kenya, l’unico fattore che i Kalenjin, che costituiscono la maggior parte dei corridori kenioti, non condividono con il resto dei kenioti è che sono Kalenjin. Pertanto, sembra che ci siano ragioni sufficienti per ritenere che il loro successo sia dovuto almeno in parte, ma in modo abbastanza significativo, alla loro etnia.

Ci sono molti Kalenjin che vivono nei centri urbani in Kenya. Questi Kalenjin con i loro geni, l’altitudine e tutto il resto non producono quasi nessun atleta di fama. Sicuramente i loro figli non corrono da e per la scuola, ma soprattutto i loro figli hanno la certezza di un’istruzione universitaria e potrebbero essere un lavoro dopo il college. La quantità di allenamento e impegno che i corridori kenioti hanno messo per diventare i battitori del mondo è semplicemente fenomenale. Sicuramente l’atleta alla fine avrà probabilmente più soldi del ragazzo del college, ma quello che serve non ne vale la pena per una persona che ha “altre vie d’uscita dalla povertà”. Negli anni ’60 Kipchoge Keino avrebbe potuto vincere perché aveva i geni Kalenjin. Oggi i geni Kalenjin sono sicuramente molto aiutati dalla presenza di auto 4×4 e grandi ville nei villaggi di proprietà di atleti che altrimenti avrebbero lavorato la terra per $ 2 al giorno.

Il successo dei corridori kenioti oggi ha quindi più a che fare con la psicologia piuttosto che con la fisiologia e più con l’atteggiamento piuttosto che con l’altitudine.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *