Arti Marziali – Abilità Orientale

La maggior parte delle arti marziali odierne sono originarie dell’Asia e generalmente provengono da Cina, Giappone e Corea. Prima della seconda guerra mondiale, queste arti dell’Asia erano state generalmente confinate all’interno del continente. La via d’uscita era attraverso il Giappone durante l’inizio della guerra. Dopo la guerra, gli Stati Uniti sono stati influenzati dai militari di stanza in Asia e al loro ritorno, molti dei loro amici a casa erano curiosi di queste nuove tecniche di combattimento a mano che potevano respingere un avversario più grande e più forte. Questo ha dato vita all’esodo delle arti marziali verso ovest.

Oggi, le arti hanno colpito gli Stati Uniti tanto che molti dei film di Hollywood erano stati sicuramente imbrattati di calci e pugni provenienti dalle sue origini asiatiche. Una manciata di detentori del titolo di successo di oggi è arrivata con parti di arti marziali per tutta la durata del film e altri film hanno sequenze di combattimento che mostrano alcune abilità di karate. Non si può negare che l’Oriente stia lentamente invadendo l’Occidente e da molto tempo questo esodo è in corso.

Uno degli artisti più celebri di Hollywood, Jackie Chan ha mantenuto la sua posizione negli ultimi dieci anni e da allora è stato forte. È stato accoppiato con artisti del calibro di Owen Wilson e altre star di Hollywood e ha avuto film di successo alle spalle. Le arti marziali asiatiche avevano concretizzato la sua eredità nell’arena del combattimento. È una battaglia che gli orientali hanno diligentemente combattuto e vinto.

Un’altra creazione degna di un Oscar è stata “La tigre accovacciata, il drago nascosto”, che ha spianato la strada a più film ispirati alle arti marziali a Hollywood che mai. “The Karate Kid” d’altronde, che secondo le notizie ha anche raggiunto il record per un film di Jackie Chan.

Chi avrebbe mai saputo che un paese come gli Stati Uniti, molto conosciuto da tutti come l’unica superpotenza ancora esistente oggi, sarebbe stato influenzato dall’abilità combattiva dei giapponesi o dei coreani e dei cinesi. Chi avrebbe saputo che la loro magia avrebbe catturato l’immaginazione di questo potente paese?

Oggi, mentre queste arti probabilmente sono diventate solo un normale passato per la maggior parte delle persone, la sua storia umile e colorata ci dice che attraverso queste discipline il mondo è diventato un posto più piccolo per le persone; che dopo tutto, il mondo non ha confini per tenersi fuori l’un l’altro, piuttosto un mondo che dovrebbe mostrare dipendenza e generosità che emana dal vero spirito di umanità, di unità e unità.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *