Addestramento di autodifesa di arti marziali – Ibuki – Una semplice tecnica di arti marziali di karate a respirazione profonda

L’allenamento nelle arti marziali, in questo caso il karate, disciplina il corpo e la mente a reagire in modo diverso rispetto a quanto previsto dalla natura. Durante un incontro di autodifesa, la tendenza naturale del corpo è la sindrome di lotta o fuga. Una scarica di adrenalina fa sì che il corpo aumenti la respirazione per fornire ai muscoli ossigeno aggiuntivo per il volo. Il vantaggio di ossigeno aggiuntivo nel sangue è una maggiore forza e velocità per un breve periodo di tempo di fuga.

Lo svantaggio dell’aumento dei livelli di ossigeno si vede se ne consegue una rissa. Troppo ossigeno nel sangue può far girare la testa o forse svenire. Imparare e mantenere il controllo della respirazione migliora tutti i livelli di abilità delle arti marziali. L’allenamento nelle tecniche di respirazione profonda crea la capacità di controllare l’inalazione e l’espirazione, rendendo più facile mantenere una respirazione adeguata durante una situazione di autodifesa. Esercizi di respirazione adeguati insegnano il controllo della zona addominale e rafforzano il diaframma.

Respirazione Ibuki

  • Stai dritto con i piedi alla larghezza delle spalle e le braccia rilassate ai lati.
  • Fai un respiro profondo attraverso il naso, solleva le braccia e attraversa il petto all’altezza delle spalle, tenendo le mani aperte.
  • Incrocia le braccia, stringi i pugni e stringi tutto il corpo. Imposta il respiro nel basso addome per un momento. Tendere i muscoli addominali.
  • Formare le mani a pugno e portare lentamente le braccia lungo i lati.
  • Ripeti l’esercizio altre due volte.

La respirazione Ibuki sollecita l’espirazione attraverso la bocca, non il naso, con forza mentre crea tensione nei muscoli addominali. Quando sembra che tutta l’aria sia uscita dai polmoni, contrai ancora di più i muscoli addominali e forza più aria fuori. La respirazione Ibuki viene utilizzata per ripristinare la respirazione dopo un intenso esercizio fisico. Viene anche utilizzato per ripristinare la respirazione dopo aver ricevuto un colpo all’addome o al diaframma. Come sempre, consulta un medico prima di iniziare qualsiasi allenamento di condizionamento fisico, arte marziale o autodifesa.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *