5 Problemi di salute che devono affrontare le donne subacquee

Sebbene le donne debbano affrontare problemi di salute pertinenti nello svolgimento delle attività subacquee, ciò non dovrebbe dissuaderle dall’impegnarsi in questo divertente sport ricreativo. Con un’adeguata formazione delle competenze, esperienza nell’uso dell’attrezzatura subacquea, osservanza delle misure precauzionali e rigorosa disciplina; le donne subacquee potranno spazzare via i pensieri delle preoccupazioni e godersi l’immersione. Di seguito è riportato un riepilogo dei problemi di salute comuni che devono affrontare le donne; insieme a possibili misure che possono essere implementate per affrontare una particolare condizione medica e relativa attrezzatura subacquea per mantenere le donne in perfetta forma per l’immersione.

Sindrome premestruale. Le donne che hanno una storia di soccombenza a disturbi emotivi o al blues prima delle mestruazioni dovrebbero consultare un medico prima dell’immersione. Se una donna soffre di sindrome premestruale, sarebbe meglio estendere gli intervalli di superficie per immersioni ripetitive o ridurre le profondità di immersione e i tempi di fondo in questa particolare fase del ciclo mestruale.

Periodo mestruale. Gli studi rivelano che le donne sono esposte a maggiori rischi di malattia da decompressione durante le immersioni durante il periodo delle mestruazioni. Ciò è dovuto a pertinenti cambiamenti ormonali che influenzano la capacità dei gas di azoto di dissolversi in modo efficiente dal corpo. Se l’esperienza ti dice diversamente, è comunque consigliabile che le donne riducano l’esposizione alle immersioni o aumentino le soste di decompressione durante le immersioni durante il periodo mestruale.

Gravidanza (prima e dopo) . A causa dell’alterazione dei fluidi corporei nel corpo di una donna durante la gravidanza, si raccomanda di astenersi temporaneamente da qualsiasi attività subacquea per prevenire malformazioni e lesioni fetali. Dopo il parto, le donne possono impegnarsi in alcune settimane di esercizio per essere completamente preparate per l’immersione. Le donne di solito possono tornare alle immersioni subacquee un mese dopo il parto.

Allattamento. Per le donne che allattano al seno, non è stato confermato che i gas inerti disciolti nel sangue e nei tessuti promuovano un effetto negativo sulla qualità del latte materno. L’azoto non svolge alcun ruolo nel metabolismo; pertanto le madri che allattano non devono preoccuparsi della sua potenziale tossicità.

Uso di contraccettivi orali. Non vi è alcuna base clinica a sostegno delle affermazioni secondo cui i contraccettivi orali avranno un effetto negativo sulla salute delle donne subacquee ricreative. Si è infatti scoperto che l’ormone progesterone limita l’incidenza del danno cellulare e dell’infiammazione dei tessuti; dove il suo utilizzo è quindi consigliato per prevenire i relativi incidenti derivanti dai gas inerti disciolti nell’organismo.

Scuba Gear Tip per donne subacquee

Non c’è nient’altro che un’attrezzatura subacquea alla moda e di prima qualità per tenere lontani dalla mente problemi riproduttivi pertinenti durante un’immersione. Ottieni una vestibilità di alta qualità in una muta progettata appositamente per il corpo di una donna con la tuta Aeris Rio 3/2 [http://www.scubasuppliers.com/site/1408308/product/60.0321.XX]; che garantisce un adeguato isolamento, una protezione ottimale e un comfort generale durante l’immersione. Il materiale in neoprene della tuta è versatile per l’uso in ambienti con acqua calda e fredda. Questo fantastico pezzo di attrezzatura subacquea è inoltre progettato per fornire la massima flessibilità di movimento per quella fantastica esperienza subacquea.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *