5 Errori comuni nell’allenamento del calcio che ti trattengono da una borsa di studio di calcio

Se un atleta si fa male, non può giocare davanti agli allenatori del college e non verrà mai visto. Se un atleta sta sprecando il proprio tempo con i metodi di allenamento sbagliati, quando ne ha l’occasione non si esibirà al suo potenziale o al di sopra di esso. Ci sono molte risorse là fuori sull’allenamento del calcio di vario tipo. Libri e DVD in abbondanza sulle abilità calcistiche e sull’allenamento tattico e più di una manciata sull’atletismo per il bellissimo gioco. Anche se ci sono sicuramente alcune buone risorse là fuori sul lato delle abilità e delle tattiche, non posso dire di essere molto impressionato da ciò che è là fuori per il lato dello sviluppo atletico e credetemi, ne ho visti molti! In effetti, il miglior prodotto per l’atletismo per il calcio che abbia mai visto è stata la vecchia serie di nastri per l’allenamento della velocità dell’Ajax (la squadra di calcio più popolare in Olanda). Hanno fatto un ottimo lavoro differenziando tra i diversi tipi di velocità legati al calcio. Il filmato di ex superstar come Patrick Kluivert, Dennis Berkamp, ​​Edgar Davids, Marc Overmars, Nwanko Kanu e Clarence Seedorf è stato incredibile da guardare. La velocità fisica, l’acutezza tecnica e la motivazione in ogni esercizio che mostravano erano incredibili. Rispetto agli standard odierni, i loro metodi di allenamento della forza sono obsoleti poiché utilizzavano molto isolamento e allenamento con le macchine, ma comunque è stato un ottimo video.

Old School Ajax, una delle squadre più atletiche di sempre

Se sei un giocatore di calcio, un allenatore o un allenatore che cerca di migliorare le prestazioni del tuo individuo o della tua squadra, sei nel posto giusto. Di seguito sono riportati 5 degli errori più comuni che vedo nella preparazione di un calciatore.

1. I giocatori di calcio non giocano abbastanza piccoli

So che tutti abbiamo sentito parlare di come i sudamericani giocano a calcio di strada e c’è qualcosa da imparare lì. Quando avevo 15 anni ho iniziato a giocare a calcetto ea squadra piccola (1 contro 1 incluso) il più possibile e in pochissimo tempo le mie prestazioni sono aumentate. È semplice, poiché le tue abilità continuano a migliorare da così tanto tempo sulla palla nelle situazioni di gioco e ti abitui a essere in determinate “dinamiche del calcio” (proteggere la palla, trovare un giocatore libero sotto pressione, ecc.), quei miglioramenti si trasferiranno oltre ai giochi e magicamente sei improvvisamente un giocatore di calcio migliore.

2. I giocatori di calcio non lavorano abbastanza sulle loro abilità specifiche

Tiri, passaggi, dribbling e difesa individuale richiedono tempo speso per perfezionarli. Gli europei passano ore a passare con il giusto peso, con l’angolazione corretta e con il piede giusto. I giocatori esterni trascorrono ore a perfezionare il servizio di palla nell’area. Gli attaccanti finiscono e i difensori lavorano per fare in modo che i loro lanci lunghi assomiglino a un raggio laser. In tv nella Premier League inglese lo fanno sembrare facile perché mettono l’ora quando le telecamere sono spente. Scusa ma due volte a settimana agli allenamenti del club non ce la faccio. Hai bisogno di ripetizioni.

3. I calciatori sono deboli

Ci sono sicuramente alcuni giocatori di calcio là fuori che sono forti (di solito sono i più veloci in campo), ma per la maggior parte, i giocatori di calcio sono troppo deboli. In che modo la forza aiuta? Bene, la forza è la base su cui si basano tutti gli altri attributi atletici. La forza è fortemente correlata alla potenza poiché più sei forte più velocemente puoi spostare un carico significativo come il tuo corpo.

Dal famoso scienziato sportivo e campione di Powerlifting Dr. Fred Hatfield:

Gli atleti d’élite sviluppano la capacità di generare la massima tensione in meno di tre quarti di secondo, forse anche in appena mezzo secondo. Questo è uno dei fattori che li rendono così grandi. Sono in grado di ridurre il tempo necessario per generare la massima tensione”.

Spero che tu realizzi l’importanza di diventare forte in modo da poter generare molta forza. Quindi si tratta di diventare bravi a sviluppare quella forza in un breve lasso di tempo specifico per i movimenti del tuo sport. Ma se non hai mai la forza o la forza per cominciare, starai pisciando nel vento!

Un altro vantaggio dell’allenamento della forza è che migliorerai anche la resistenza del tuo corpo alle lesioni e la sua capacità di recuperare.

4. Caviglie, ginocchia e fianchi incasinati

Troppi giocatori si affidano al taping alla caviglia. A meno che tu non stia appena tornando da un infortunio alla caviglia, potrebbe essere una buona idea lanciare la cavigliera o il nastro adesivo. La tua caviglia è progettata per essere mobile e se la porti via limitandola lì, dovrai compensare trovando mobilità al ginocchio. L’ultima volta che ho controllato, il tuo ginocchio è progettato per incernierare, quindi non è una buona cosa quando aumenti le possibilità che il tuo ginocchio si pieghi e si pieghi in altri modi.

Sollevare pesi e rafforzare i glutei e i muscoli posteriori della coscia (pressioni dell’anca, curl per il prosciutto dei glutei, variazioni del buongiorno e RDL, estensioni della schiena eseguite correttamente, ecc.) Fai un po’ di lavoro a piedi nudi o fai vibram cinque dita. Infine, esegui alcuni movimenti dinamici per migliorare contemporaneamente stabilità, equilibrio, propriocezione e velocità del tuo piede. I plyo di basso grado funzionano alla grande quando salti su una gamba in direzioni diverse.

5. Nessun lavoro di recupero

Sono sempre stupito di quanti calciatori non sappiano che le cose positive che accompagnano l’allenamento duro accadono quando non ti alleni. In pratica danneggi il tuo corpo durante l’allenamento, quindi riposi per tornare meglio. Il riposo è quando il tuo corpo ripara il danno e nel tentativo di gestire meglio lo stress che sa arriverà nel prossimo futuro, compensa in modo eccellente.

Schiuma fai rotolare quadricipiti, polpacci, inguine e adduttori, tensore della fascia lata e ITBand. Esegui esercizi di mobilità prima di ogni sessione di allenamento e allunga dopo l’allenamento per ridurre i tempi di recupero e ripristinare la lunghezza dei tessuti.

Dormire a sufficienza nell’ambiente giusto, mangiare bene, stretching statico o dinamico, glassa, schiumatura, massaggi, sonnellini e terapia di contrasto se hai la tolleranza al dolore sono tutti ottimi strumenti. Non farli passare!…sono parte integrante del tuo completo sviluppo!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *