3 tecniche per migliorare i tuoi picchi nella pallavolo

Ottenere il massimo dai tuoi colpi nella pallavolo ha molto a che fare con l’assicurarsi che i tuoi meccanici lavorino tutti a tuo favore. Ecco tre aree specifiche su cui concentrarsi al riguardo per essere il miglior battitore possibile.

Sviluppa un approccio corretto

Tutto nel colpire una pallavolo inizia con il tuo approccio. Se non hai un approccio forte ed esplosivo, tutto il resto dell’attacco sarà tutt’altro che ottimale. Un buon approccio include un corretto gioco di gambe con gli ultimi due passaggi destra-sinistra (sinistra-destra se mancini), con i fianchi aperti piuttosto che in squadra con la rete. Va da lento a veloce in quanto il primo o due gradini vengono utilizzati per la direzione e il tempismo, con il penultimo che è un’esplosione e l’ultimo utilizzato per trasferire lo slancio in avanti in forza verso l’alto. Un approccio corretto è anche dall’alto verso il basso in quanto il battitore inizia in posizione eretta o leggermente flessa, ma su quel penultimo passo raggiunge una posizione completamente arrotolata in preparazione per un salto massimo.

Concentrati su un’oscillazione veloce del braccio

Molti giocatori non riescono a ottenere il massimo dai loro colpi perché pensano a “colpire forte” piuttosto che “oscillare velocemente”. La potenza in uno spike deriva dalla velocità della mano al contatto. Una buona oscillazione del braccio inizia con un busto aperto (che dovrebbe provenire da una corretta meccanica di avvicinamento) poiché la potenza inizia con la torsione attraverso il nucleo con il gomito tirato indietro. Che poi passa attraverso la spalla mentre il gomito avanza. Termina con il braccio che si estende a velocità fino al contatto con la palla. I giocatori si mettono nei guai quando oscillano dalla spalla, non solo in termini di punte inefficienti, ma anche per una maggiore probabilità di infortunio.

Contatto a piena estensione

L’esecuzione di un’adeguata oscillazione del braccio veloce come menzionato sopra vedrà il giocatore colpire la palla nel punto di contatto più alto possibile. Questo è fondamentale in molti modi. Ovviamente, crea il miglior angolo di attacco possibile. I giocatori, tuttavia, spesso lasceranno cadere il braccio. Non solo questo è meno efficiente, ma porta anche a molti errori di battitura. Ciò è particolarmente evidente quando i battitori stanno cercando di colpire lungo la linea e quando non hanno blocco.

Se riesci a far funzionare correttamente i tuoi meccanismi di colpire, questo da solo ti renderà un battitore molto migliore. Da lì puoi quindi lavorare per essere in grado di mescolare le cose. I buoni battitori hanno la capacità di cambiare velocità e di colpire in tutte le aree del campo, soprattutto in termini di essere in grado di mostrare un colpo incrociato e fare un tiro dalla linea o viceversa. Queste abilità richiedono tutte una solida base meccanica, tuttavia, quindi inizia con quella e ti ritroverai a progredire bene.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *