3 consigli per essere un leader sul campo da pallavolo

La leadership è qualcosa di cui tutti i team hanno bisogno per avere successo, ma non è sempre qualcosa di facile da definire o sviluppare. Non possiamo dire di fare questo e quello e sarai un grande leader per la tua squadra di pallavolo. Tuttavia, ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a muoverti in quella direzione.

Suggerimento n. 1: sii un giocatore modello

Un leader non deve essere il miglior giocatore di una squadra, ma deve rappresentarne gli ideali. Si tratta principalmente di attitudine e impegno. I leader si presentano in tempo e seguono le regole del team, scritte e non scritte. Lavorano duramente almeno quanto tutti gli altri. Non si lamentano né si lamentano, ma invece vanno avanti con ciò che deve essere fatto. I leader non trovano scuse. Rispettano anche gli allenatori e tutti gli altri associati alla squadra. Potrei andare avanti, ma penso che tu abbia probabilmente avuto l’idea.

Tutto questo può sembrare roba che non fa parte della leadership in campo, ma non potrebbe essere più lontano dalla verità. È il fondamento dell’essere la persona a cui gli altri giocatori guardano quando è il momento della competizione. Un leader non si presenta solo per il giorno della partita e tutti lo seguono. Guadagnano questo diritto da ciò che fanno in allenamento, alle riunioni, durante il lavoro di forza e condizionamento, praticamente in ogni aspetto dell’essere parte della squadra.

Suggerimento n. 2: comunicare

Non ci vuole una voce forte e un flusso costante di chiacchiere per essere un buon leader, ma ci vuole la capacità di comunicare con i compagni di squadra. Parlare è l’esempio più ovvio di questo, e tutti i leader devono essere in grado di parlare al momento giusto e nel modo giusto per le circostanze. La comunicazione può provenire altrettanto importante da uno sguardo, una pacca sulla spalla o un gesto, però. Si tratta di essere in contatto con i compagni di squadra e assicurarsi che tutti siano sulla stessa pagina.

Consiglio n. 3: metti la squadra al primo posto

Non puoi essere un buon caposquadra e una prima donna allo stesso tempo. Un leader forte è concentrato sugli obiettivi della squadra, non sui propri. Anche se è il miglior giocatore, un leader mantiene comunque l’attenzione sulla squadra, non sulla propria prestazione. Non lasciano che il loro stesso successo o fallimento influiscano individualmente sul modo in cui interagiscono con i loro compagni di squadra, sapendo che è il successo della squadra che è ciò che è importante alla fine della giornata. Questa è forse la parte più difficile della leadership in campo poiché tutti tendiamo a rimanere coinvolti nel modo in cui stiamo giocando, soprattutto se stiamo lottando. Un buon capitano lo mette da parte per il bene della squadra.

Pensa alla parola rispetto e a come qualcuno se la guadagna. Questo ti farà fare molta strada per capire cosa devi fare per essere un buon leader in campo per la tua squadra di pallavolo. La leadership inizia con il rispetto. Tutto il resto viene costruito da lì.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *